Infermieri della TAV: ecco cosa accade realmente nei cantieri.

Infermieri della TAV: ecco cosa accade realmente nei cantieri.
Infermieri della TAV: ecco cosa accade realmente nei cantieri.

Infermieri e TAV: non per tutti è un lavoro umiliante, anzi.

Il caso degli infermieri sovramansionati fin quasi all’abuso professionale nei cantieri TAV denunciato grazie ad un articolo promosso dalla nostra testata (leggi qui) ha promosso un dibattito interno notevole. Ci scrive Stefano Chivetti, presidente dello Studio Auxilium del territorio fiorentino.

Gentile Direttore,

ho casualmente preso visione dell’articolo apparso sulla vostra pagina web che affronta la problematica relativa alla Gestione del Soccorso all’interno dei caniteri dei grandi lavori, tra i quali certamente vi sono i cantieri per la realizzazione della TAV. 
L’esperienza rappresentata nell’articolo, non è espressione di ciò che avviene in tutti i cantieri dislocati nel territorio nazionale in quanto esistono varie realtà organizzative che in maniera eterogenea si prendono carico del servizio che può essere di sola emergenza o di presa in carico della comunità lavorativa tipica di realtà come quelle dei cantieri di lavoro. 
Ad esempio, nello specifico della regione Toscana, detti servizi sono da sempre regolamentati da protocolli specifici, molto stringenti (riguardo soprattutto la formazione base e continua del personale infermieristico) che rappresentanto dei criteri di accesso e di mantenimento del livello formativo teorico – pratico. 
Lo Studio Auxilium, capofila di un’ATI con Studio AIP (entrambi studi associati di infermieri) collabora con la USL Centro Toscana ormai da anni proprio nella gestione della rete di soccorso per i cantieri della TAV e della VAV. Il personale infermieristico ivi operante, (associato ai rispettivi studi)  prima dell’ingresso in servizio deve aver compiuto un percorso formativo molto articolato che si esplica secondo la seguente modalità: 

  • Corso di formazione propedeutico, gestito ed erogato dalla USL Centro Toscana; 
  • Corso BLSD, PTC, ALS, 
  • Corso di guida in emergenza di mezzi di soccorso. 

Successivamente sono svolti costantemente corsi di aggiornamento sulle possibili emergenze contestualizzate in scenari di cantiere ivi compreso il soccorso in quota, megacode, addestramento, simulate, sopralluoghi costanti sui cantieri e sulle viabilità di cantiere. 
Nessun infermiere inoltre dopo un periodo di assenza dal servizio superiore a 30 gg può essere reimmesso in servizio se non ha effettuato il previsto affiancamento, il sopralluogo nei cantieri e la ripetizione del corso propedeutico gestito dalla USL Centro Toscana. 
Un sistema quindi, strettamente monitorato e gestito in continua sinergia con il personale della  “Direzione del Sistema di Soccorso Cantieri Grandi Opere” della USL Centro Toscana, la nostra Direzione Operativa ed il Coordinatore Infermieristico. Tale sistema di gestione permette il continuo monitoraggio delle attività erogate nelle singole postazioni di soccorso offrendo nel contempo tutto il supporto necessario affinchè i professionisti possano agire le proprie competenze in sicurezza. 

La corretta gestione del processo organizzativo non solleva evidentemente il personale infermieristico dalle proprie specifiche responsabilità professionali. Lavorare nelle reti di soccorso delle grandi opere è certamente molto complesso così come in altri ambiti dell’infermieristica. I livelli di sicurezza e gli standard qualitativi non sono strettamente correlati alla presenza o meno di personale medico nelle postazioni di soccorso. 
L’infermiere ha specifiche competenze e nell’ambito di queste è chiamato ad operare. 
Credo, che il valore aggiunto nella gestione di simili sistemi integrati di soccorso derivi dalle singole realtà che si occupano in varie forme dell’organizzazione e della gestione. L’esperienza Fiorentina, è certamente un esempio di ottima sinergia pubblico/privato, ed i risultati fino ad oggi ottenuti ne danno testimonianza.

Stefano Chivetti

presidente Studio Associato Auxilium

 

Potrebbe interessarti...