Infermieri, Medici e Autisti Soccorritori: straordinari in Salento per la notte di San Lorenzo.

PEIMAF: il piano di maxi-emergenza che recluta tutti i professionisti infermieri e medici.

Il personale del Servizio di Emergenza-Urgenza Sanitaria 118 (SEUS) può finalmente tirare le somme. Durante la Notte di San Lorenzo si sono registrati ben 150 missioni di soccorso.

I sanitari del 118 hanno valutato un totale di 38 casi di abuso di alcool, con 19 persone trasportate in ospedale ed il resto medicate sul posto. Trattati anche 6 minori: 5 maschi ed una femmina, il più giovane di soli 14 anni. Infermieri, Medici e Autisti-Soccorritori hanno dovuto affrontare situazioni al limite, ma sono anche riusciti a ridurre i danni al minimo.I luoghi dei soccorsi sono stati quasi sempre le zone marine, in misura maggiore Gallipoli, Otranto, Porto Cesareo, Torre Lapillo e Torre San Giovanni, con accessi prevalenti nei Pronto Soccorso degli ospedali di Copertino, Gallipoli e Casarano.

Fortunatamente, eccetto l’incidente occorso ad un 21enne nella stazione ferroviaria di Maglie, non si registrano gravi incidenti stradali ma alcuni casi di lite o rissa in cui è intervenuta anche la forza pubblica, in particolare a Gallipoli, Lequile ed Andrano.
Nella stessa notte si è registrato un piccolo sbarco di migranti nei pressi di Otranto: 16 persone, di cui due minori, nessuna delle quali ha avuto bisogno di cure sanitarie.

Potrebbe interessarti...