Pubblicità

Secondo Carmelo Gagliano, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Genova, occorre assumere nell’immediato 1000 Infermieri per far fronte alla fase 3 della Pandemia da Coronavirus.

Dopo la prima ondata dell’emergenza covid la Liguria cerca di di correre ai ripari e di avere un grosso ed annoso problema: mancano circa un migliaio di Infermieri da impiegare nelle strutture sanitarie della regione, soprattutto quelle private. Ma il presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche (Opi) annuncia: “Se tutto va bene, entro l’anno arriverà un nuovo concorso”.

La mancanza di personale nel settore, in realtà, ha radici più profonde, ma la pandemia sembra aver dato un contributo allarmante: “Durante l’emergenza sanitaria sono stati assunti nel pubblico circa 450 persone – spiega Carmelo Gagliano presidente dell’Opi del capoluogo ligure su Genova24 – perché erano fondamentali per i nostri ospedali. Ma questo ha svuotato le strutture private del terzo settore che adesso sono, in alcuni casi, sotto organico”.

Ma il problema, secondo Gagliano, è a monte: “questa emergenza ha messo in luce l’importanza di avere un numero adeguato di personale infermieristico – spiega – ma ha anche mostrato il limite della sistema universitario di formazione che non riesce a far studiare il numero sufficiente di infermieri che servono a garantire il normale turnover degli infermieri della regione Liguria”.

I numero parlano chiaro: dei 18 mila infermieri liguri, ogni anno circa 350 vanno in pensione, “mentre riusciamo ad assumere solo circa 280 colleghi nonostante il numero di iscrizioni sia di 350 studenti ogni anno: molti abbandonano durante il percorso, molti una volta formati tornano nelle regioni di provenienza, alcuni vanno a fare altro”. Insomma, i conti non tornano per una professione la cui domanda di personale è in crescita costante: “Basti pensare a tutte le strutture sorte in questi anni, e quelle che stanno per nascere – sottolinea Gagliano – il Covid ha peggiorato una situazione già non buona”.

Sapranno la Regione Liguria e le aziende sanitarie far fronte comune per pensare a mega assunzioni di massa? E si pensa già all’ennesimo mega-concorso per migliaia e migliaia di Infermieri vogliosi di accasarsi nella splendida terra ligure.