Infermieri donano ferie solidali a collega per assistere figlio malato.
Infermieri donano ferie solidali a collega per assistere figlio malato.
Pubblicità

Infermiera riceve aiuto dai colleghi per assistere il figlio ammalato. Una storia strappalacrime, ma anche la dimostrazione che tra gli Infermieri può esistere il senso di appartenenza al gruppo.

Infermiera: mio figlio respira artificialmente da 6 mesi, senza i miei colleghi non so come avrei fatto. La malattia rara progredisce e il nostro angelo è messo sempre più alla prova.

Ilaria, infermiera milanese racconta: grazie ai miei colleghi ho potuto assistere mio figlio. Ho ricevuto 20 giorni di ferie solidali in modo da poter assistere mio figlio.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro premette le cosiddette “ferie solidali”, contemplate nell’articolo 34 del CCNL Comparto Sanità. Prima ancora erano state introdotte nelle leggi sul Jobs Act.

Si tratta di 30 giorni, di più non si poteva, ma basteranno alla donna per assistere il figlio con problemi di salute. Da Milano la notizia ha fatto il giro dello Stivale italico approdando su tutti i giornali sanitari e non sanitari. Non è il primo caso, “ferie solidali” si registrano anche in Sardegna, in Piemonte, in Toscana, in Emilia Romagna e in Puglia.