Pubblicità

Gli Infermieri della salute mentale del nostro Paese si riorganizzano: ecco il nuovo direttivo Società Italiana di Scienze Infermieristiche in Salute Mentale.

Il Consiglio Direttivo della Società Italiana di Scienze Infermieristiche in Salute Mentale (SISISM) costituita il 30 Settembre 2017, è giunto al termine del primo mandato triennale e a Bologna, è stata convocata l’Assemblea Ordinaria dei Soci svoltasi nella prima parte della mattinata nella sede dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, sede da tre anni messa a disposizione dall’OPI locale.

I lavori sono proseguiti nel pomeriggio con la presentazione dei candidati al nuovo Consiglio Direttivo e nel pieno rispetto della regolamentazione elettorale, si sono concluse le operazioni di voto.

In apertura dell’Assemblea Ordinaria dei Soci, il Presidente uscente Dott. Andrea Gargiulo ha evidenziato il percorso della S.I.S.I.S.M. dal 2017 ad oggi. Una esperienza che ha permesso alla Società Scientifica di divenire punto di riferimento dell’Infermieristica di Salute Mentale sul territorio nazionale con una rappresentatività significativa dal Nord, al Centro, al Sud e alle Isole, infermiere e infermieri con expertise clinica di tutto rispetto, impegnati in vari ambiti dei Dipartimenti di Salute Mentale, nella psichiatria del privato accreditato, in Università per la formazione e la ricerca.

Questi primi tre anni sono trascorsi non senza difficoltà ed errori, le esigue risorse economiche e una sempre più disaffezione dei professionisti della salute ad associarsi, in primis hanno ostacolato l’inizio di attività che sono il “core” di una Società Scientifica.

Tuttavia, il cammino è ancora lungo ma tanto è stato fatto come testualmente ha affermato il Presidente uscente e non ci resta che apprendere dall’esperienza, farne tesoro per trarne vantaggio.

I punti di forza sono stati la costruzione di rapporti di collaborazione con Società Scientifiche, con Enti di Formazione e Ricerca come il CESPI (una ricerca conclusa in procinto di essere pubblicata), con i mass media (testate giornalistiche di interesse sanitario, radio, television locali), con l’Università in particolare la Cattolica con la creazione di un Master: “INFERMIERISTICA IN SALUTE MENTALE E DIPENDENZE: PREVENZIONE, TRATTAMENTO E MANAGEMENT”, primo master con ore di docenza a prevalenza infermieristica e con taglio umanistico, nelle sedi di Torino, dove è stato attivato presso il Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo nell’Anno Accademico 2019/2020, e di Roma.

Ma l’impegno maggiore di S.I.S.I.S.M. è stato ed è dare consistenza alla rete regionale per una capillare presenza nei luoghi in cui è agita la professione infermieristica in psichiatria, un’area specialistica, delicata e complessa in cui, in modo più pregnante, l’Infermiere si muove tra le sue due funzioni fulcro, quella sanitaria e quella sociale all’interno di un contesto multiprofessionale e comunitario.

Nell’attesa di una propria Rivista Specialistica, S.I.S.I.S.M. ha costruito visibilità con il sito internet, la newsletter, la pagina facebook e un prodotto davvero speciale ed “esclusivo” come strumento di comunicazione: il DIARIO SISISM che puntualmente e con una veloce periodicità è inviato ai propri iscritti. Un foglio informativo incisivo,snello, di ottimo impatto grafico, composto da link e brevissimi abstract, con aggiornamenti su ciò che accade in Italia riguardo la Salute Mentale, ivi compresi congressi, corsi ECM, seminari e quant’altro. Ogni iscritto ha così modo di creare una propria “comunità di professionisti” con l’invio di segnalazioni di interesse.

Alla relazione consuntiva del Presidente hanno fatto seguito i saluti del Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, il Dott. Pietro Giurdanella che ha consegnato al Presidente uscente, Dott. Andrea Gargiulo, una targa quale encomio alla persona che ha creato la S.I.S.I.S.M. e ha concluso questo primo mandato al timone della Società Scientifica.

Ha portato anche i suoi saluti in video chiamata il Dott. Francesco Germini della Direzione DAPSS ASL Bari, che ha ricevuto di recente gli incarichi fiduciari alla Direzione del Comitato Tecnico Scientifico e della Rivista.

La fondazione della S.I.S.I.S.M., ha rappresentato un momento basilare nell’identità della disciplina infermieristica in ambito della Salute Mentale sebbene il periodo professionale attuale è complesso ed è connotato da una estrema incertezza. Vari possono essere i fattori della crisi per lo più legati ai mutati scenari di natura comunicativa, sociologica e culturale. Basti pensare, ad esempio, all’impatto della tecnologia sulle modalità comunicative che attraverso i social e altri prodotti online stanno sostituendo l’incontro face to face e ai mutamenti dell’organizzazione sanitaria che non incentivano i colleghi ad iscriversi ed a partecipare alla vita societaria, ed infine a quanto sia difficile cambiare la cultura, le conoscenze e le competenze adeguandole ai cambiamenti dei bisogni delle
persone che a noi e al nostro sapere si affidano.

Tuttavia, i momenti di difficoltà e critici sono forieri di cambiamento e crescita anche in chiave associativa.

S.I.S.I.S.M. però c’è, ha già fatto un pezzo di strada ed è proiettata verso un futuro di crescita ed è pronta per un secondo mandato triennale con obiettivi “ambiziosi” ma in cui è necessario credere e ancor più necessario perseguire.

Alla luce di ciò che è stato precedentemente enunciato, quali strategie per il future associativo?

₋ Costruzione di un gruppo di lavoro con una leadership che faccia propria una metodologia di lavoro connotata da indipendenza, condivisione, stile democratico, trasparenza e responsabilità delle scelte;
₋ Diffusione il più capillarmente possibile della direzione che si intende intraprendere, con
obiettivi chiari, adeguando gli strumenti di comunicazione ed informazione alla nuova era
digitale;
₋ Attuazione e incentivazione della formazione continua basata sull’EBN e sulle richieste e
istanze di aggiornamento all’interno di un Progetto orientato a diffondere le best practice
₋ Sensibilizzazione e sviluppo della ricerca con produzione e la diffusione dei suoi risultati
₋ Promozione, valorizzazione, divulgazione della cultura, dell’identità, delle competenze e
delle buone pratiche degli Infermieri per migliorare la qualità dell’assistenza fornita
₋ Motivazione e sostegno agli infermieri“più giovani”;
₋ Incentivazione di forme di scambio tra i soci attivi e quelli non attivi;
₋ Costruzione di contatti efficaci e sintonici con la Federazione Nazionale (FNOPI), gli Ordini
delle Professioni Infermieristiche Provinciali, gli Ordini delle altre professioni sanitarie e con
altre eminenti realtà societarie.

Ridefinizione degli standard e degli skill practice professionali per un nuovo paradigma di
Infermiere in Salute Mentale.

Questo l’impegno che ci aspetta e che vogliamo onorare con la collaborazione degli iscritti e di tutti gli Infermieri che a vario titolo lavorano nell’ambito della Salute Mentale.

Passaggio di testimone nel triennio 2020/2023 al neo eletto Consiglio Direttivo:

  • Presidente Moro Cesare Giovanni – Coordinatore Infermieristico, Servizi Territoriali DSM-D Azienda Socio Sanitaria Territoriale Bergamo Ovest di Treviglio;
  • Vice Presidente De Paola Teresa – Responsabile di Funzione Organizzativa “Processi Assistenziali Infermieristici nel DSM” Azienda Sanitaria Locale Roma 1;
  • Segretario Carbut Giuseppe – CPSI Ufficio Formazione Dipartimento della Professioni Sanitarie, Azienda Sanitaria Locale ROMA 4, Docente Infermieristica in Salute Mentale – Università degli Studi La Sapienza ROMA;
  • Tesoriere Carpi Fabio – Coordinatore personale Tecnico Assitenziale Centro Ampliato Coordinamento Servizio di Psichiatria e Psicoterapia Età Evolutiva dell’Azienda Sanitaria di Bolzano;
  • Consiglieri:
    • Amato Antonino – Responsabile Ufficio Infermieristico Dipartimentale, DSM-DP-NPIA Azienda Sanitaria Provinciale Palermo;
    • Camuccio Alberto – Coordinatore Didattico (Ff), Corso di Laurea in Infermieristica di Feltre (Bl) Università di Padova;
    • Fortunato Rosa Silvia – Infermiere, Tutor d’aula corsi FAD e Staff di Progetto. Processo Assistenziale nella salute mentale – Direzione Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche – Azienda sanitaria Locale Bologna;
    • Tanzi Annamaria – Infermiere Case Manager, Centro Psico Sociale DSM-D Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Pavia;
    • Vitale Elsa – Infermiere, Centro Salute Mentale Area 3 Azienda Sanitaria Locale BARI.
  • Consigliere Onorario e Primo Presidente SISISM: Gargiulo Andrea – Infermiere, Centro Salute Mentale, Pianura Est, Azienda sanitaria Locale Bologna.

Un grande in bocca al lupo a tutta la SISISM da parte della Redazione di AssoCareNews.it.

3 COMMENTS

Comments are closed.