histats.com

Infermieri costretti a fare i facchini: a Bologna il Demansionamento è istituzionale.

Infermieri costretti a fare i facchini: a Bologna il Demansionamento è istituzionale.

Lo denuncia Alfredo Sepe della Fials. Ecco un documento esclusivo che lo conferma. Chiesto anche intervento dell’OPI di Bologna. É un lavoro da OSS.

Il Demansionamento è ufficialmente istituito a Bologna. Gli infermieri devono fare i portantini (barellisti). Lo rende noto Alfredo Sepe, segretario provinciale della FIALS.

Sepe tuona contro la dirigenza dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna: “ancora una volta infemieri demansionati al S.Orsola in sala operatoria pediatrica; i responsabili di servizio hanno messo nero su bianco che gli infemieri devono fare portantinaggio ….Le disposizione di servizio cosi’ recita……….omissis………durante la fascia oraria dalle 20.00 alle 7.00 il trasporto da e per il blocco è a carico del personale reperibile della sala operatoria ( come succede in tutti gli altri blocchi in cui sono presenti i reperibili)

“Bisogna inserire subito del personale di supporto, ovvero degli OSS; parliamo anche di un’alta specialità, gli infermieri della sala operatoria pediatrica non possono essere mortificati professionalmente​ in questo modo; abbiamo anche inviato una nota durissima ai veritici del Policlinico; il problema và risolto immediatamente” – conclude il sindacalista della FIALS.

Sepe, in ultima battuta, chiede anche l’intervento sulla questione dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna: “il sindacato si sta muovendo e sta denunciando, è arrivato il momento che lo faccia anche l’OPI nell’ambito delle sue competenze”.

Ecco qui in esclusiva il documento incriminato:

Infermieri o Portantini – Fials Bologna

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394