cadavere
Pubblicità

Tragedia in provincia di Salerno: infermiere si toglie la vita buttandosi dal balcone. Forse in burnout.

La città di Baronissi (SA) e l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Salerno sono a lutto per il suicidio di B. F., Infermiere, si è suicidato buttandosi dal balcone di casa.

Si tratta di una immane tragedia legata probabilmente ad una condizione di stress e di burnout lavoro-correlato. È il 4 Infermiere suicida dall’inizio della Pandemia da Coronavirus in Italia.

L’intervento della Cgil: “non si può sottovalutare sempre il benessere psico-fisico dei sanitari”.

“Esprimiamo tutto il cordoglio della nostra organizzazione alla famiglia dell’infermiere deceduto quest’oggi a Baronissi, iscritto alla Fp Cgil Salerno. La tutela della salute mentale degli operatori sanitari in relazione all’emergenza Covid-19, è un elemento assolutamente da non sottovalutare. Il prolungarsi nel tempo dell’emergenza sanitaria può aumentare in maniera crescente la pressione e la paura tra il personale sanitario, portando ad una cronicizzazione. Lo stress da lavoro correlato è tra i principali rischi presenti tra gli operatori. Turni prolungati, reperibilità, gestione di emergenze/urgenze, carenza di personale, confronto quotidiano con situazioni di estrema sofferenza, potenziale rischio di episodi di aggressione. In questo momento di emergenza sanitaria, tali fattori vengono amplificati, e vanno a rafforzare i rischi specifici. È necessario fornire supporto agli operatori sanitari nella gestione dello stress e del malessere crescente legato alla gestione di questa emergenza. Lo scopo è garantire l’attivazione di un servizio di supporto e sostegno psicologico e psicosociale rivolto agli operatori sanitari”. A dirlo, in una nota il segretario generale Fp Cgil Salerno, Antonio Capezzuto.

2 COMMENTS

Comments are closed.