Pubblicità

Infermiere rubava morfina e farmaci usando la firma di medici sui registri: denunciato e allontanato. Scatta la caccia ai possibili complici!

Infermiere si appropriava sistematicamente di farmaci, tra cui la morfina.

L’uomo, un dipendente dell’Ospedale Villa Scassi, è stato identificato dopo un’estate almeno di continui furti e ammancamenti tra le fiale.

Eventi che hanno portato la direzione aziendale a chiamare i Carabinieri territorialmente competenti, ovvero del nucleo di Sampierdarena, quartiere di Genova.

Una volta avviata l’indagine sono emersi fatti deplorevoli: le sparizioni sarebbero poi servite a foraggiare il mercato nero dei farmaci, di cui già in passato abbiamo parlato con un’inchiesta su Firenze.

L’infermiere avrebbe falsificato le firme di medici con l’obiettivo di accedere ai farmaci senza far notare l’assenza degli stessi. Non aveva però pensato che un aumento vertiginoso dei consumi avrebbe di fatto insospettito l’azienda.

L’uomo è adesso indagato per diversi reati: falso in atto pubblico, furto e detenzione di sostanze stupefacente. Si cercano intanto i possibili complici dell’uomo.