Pubblicità

Le Infermiere, le OSS e le Dottoresse del centro vaccinale anti-Covid di San Marco in Lamis omaggiate con mimose nella giornata dedicata alle donne.

Sono state omaggiate con mazzi di gialle mimose le Infermiere, le OSS e le Dottoresse impegnate nella campagna di vaccinazione di massa a San Marco in Lamis, cittadina ubicata nell’entroterra garganico (Puglia).

E’ un piccolo ringraziamento per l’indefesso lavoro svolto quotidianamente al ritmo di oltre 100 vaccinazioni quotidiane agli ultra-ottantenni e ai pazienti cronici.

La struttura è stata individuata dalla pubblica amministrazione in una ampia palestra e permette di vaccinare Pazienti/Utenti provenienti anche dai comuni viciniori di San Giovanni Rotondo, Rignano Garganico, Cagnano Varano e San Nicandro Garganico (ASL Foggia).

Il centro vaccinali è stato reso altamente fruibile grazie all’apporto organizzativo e logistico del sindaco Michele Merla, del direttore del distretto ASL Michele Ciavarella (anche nel suo ruolo di Dirigente RSA – Nucleo Alzheimer – PTA di San Marco in Lamis), dal dirigente medico Carmen Ritrovato e dalle Infermiere Lucia Iannacone e Rachele Centola (assieme alle colleghe Anna Daniela, Rosanna Di Ficcio, Loredana Mercaldi e ai Medici dell’USCA Antonio Di Virgilio, Ivana Santoro, Francesca Lauriola, Francesca Gorgoglione, Mariangela Giuliani, Alessandra Nardella e Costanza Gaggiano).

Nella foto qui in alto due protagoniste della campagna vaccinale: Lucia Iannacone e Rachele Centola.
Nella foto qui in alto due protagoniste della campagna vaccinale: Lucia Iannacone e Rachele Centola.

Le foto ci sono giunte in redazione da alcuni Pazienti, che hanno plaudito alla professionalità e all’incredibile disponibilità di tutte e di tutti.

Una bella sfaccettatura della sanità pugliese ed italiana che fa scuola.

2 COMMENTS

Comments are closed.