Pubblicità

? ? Infermiera minacciata, rapita e violentata per una notte: nessuno sconto di pena al paziente che ha rovinato per sempre la vita alla giovane donna. Sette anni di galera, il web insorge.

Infermiera violentata. Nonostante la “piena soddisfazione” espressa dalla difesa delle parti civili, fa discutere l’entità della pena per una serie di reati così cruenti.

Sette anni di carcere per Enriges Kavalli reo di aver minacciato, rapito e violentato un’infermiera.

Ma partiamo dal racconto dei fatti. Era l’Ottobre 2016 e l’allora 21enne Enriges era ricoverato presso una struttura di riabilitazione psichiatrica teramana.

Il criminale aveva minacciato a lungo le due infermiere di turno quando riuscì a rapirne una e allontarsi con essa a bordo di un’auto.

Dopo averla violentata a lungo, l’infermiera era stata liberata e l’uomo si era dileguato per poi essere arrestato poco tempo dopo.

Adesso Kavalli passerà 7 anni in carcere, uscendo all’età di 31 anni come persona riabilitata.

Sui social network esplode la bufera circa la sentenza, per alcuni insoddisfacente.