Pubblicità

Infermiera denuncia un medico del suo reparto: avances spinte e tante insinuazioni. Lavorare così è impossibile!

Ci scrive C.D., infermiera che vive il forte disagio di un medico troppo spinto, nonostante le sue respinte.

Gentile redazione,

scrivo per vedere se riesco a risolvermi un problema. Il mio problema è che uno dei medici che lavorano nel mio reparto di medicina ci sta provando spudoratamente mettendomi in imbarazzo e difficoltà.

Tutto inizia qualche mese fa quando il dottore si è separato. Da allora importuna un pò tutte noi. Ma da dopo l’estate si è fissato con me arrivando anche alla molestia sessuale.

Mi riferisco alle tonnellate di battute, frecciatine, complimenti spinti e qualche invito viscido (ricordo su tutti il “che ne dice di spogliarsi a casa mia stasera?). Dandomi pure del lei.

Io non ho mai dato modo di pensare che volessi avere a che fare con lui e sono felicemente sposata con una bambina. Gliel’ho detto più volte ma niente. Inoltre è successo che di fronte ai parenti dicesse che “io e la mia infermiera ne discuteremo forse a cena stasera”.

Vi rendete conto?

Sto raccogliendo le prove. Nel frattempo ogni giorno è un inferno dove mi sento un oggetto del desiderio di quel pervertito.

Vi scrivo per dire a lui che è sull’orlo dello sput****mento pubblico.

Uomo avvisato mezzo salvato.

Grazie se mi pubblicherete, vi seguo spesso.

C.D.

****

Gentile collega

i fatti che racconti sono gravi e ti invitiamo a procedere, in assenza di alternative di mediazione, alle vie legali. La dignità di donna e quella di professionista non possono essere  così svalutate.

Inutile regalare mimose se poi non si rispettano le persone.

Un abbraccio, tieni duro.

Marco Tapinassi

Vice Direttore AssoCareNews.it