histats.com
venerdì, Dicembre 3, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriGli Infermieri devono essere diretti dagli Infermieri e non dai Medici. Polemiche...

Gli Infermieri devono essere diretti dagli Infermieri e non dai Medici. Polemiche tra OPI Napoli e ASL.

Ora basta anche a Napoli gli Infermieri devono essere diretti dagli Infermieri e non dai Medici. La presidente dell’OPI a testa bassa contro l’ASL n.1.

La presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli, Teresa Rea, è su tutte le furie per la mancata applicazione delle norme regionali e nazionali relative al Servizio delle professioni infermieristiche ed ostetriche presso l’Azienda Sanitario Locale Napoli 1 Centro.

La presidente ha inviato nei giorni scorsi una dura missiva di protesta alla Direzione Sanitaria della ASL Napoli 1 Centro, al Governatore della Regione Campania e ad altri rappresentanti istituzionali. Nella lettera la Rea è piuttosto esplicita: “occorre attivare immediatamente la Direzione Infermieristica, gli Infermieri non possono essere diretti da Medici, che sono una professione a parte”.

La dura missiva della Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli, Teresa Rea.

Al Direttore Sanitario dell’ASL Napoli 1 Centro
Dott.ssa Maria Corvino

E p.c.

Al Direttore Generale dell’ASL Napoli 1 Centro
Ing. Ciro Verdoliva

Al Presidente della Regione Campania
Dott. Vincenzo De Luca

Al Presidente della V Commissione Sanità e Sicurezza Sociale
Dott. Vincenzo Alaia

Al Direttore Generale per la Tutela della salute e il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale Avv. Antonio Postiglione

Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli OPI

Preg.ma Direttrice,

la Sottoscritta, in qualità di Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Napoli, ha l’obbligo, con rammarico, di esprimerle disappunto per la nota Prot. 0153489/i del 23/06/2021 avente ad oggetto “riorganizzazione gestione attività di comparto PP.OO. Aziendali” che affida alle Direzioni Mediche di Presidio la gestione del personale di comparto e tutte le attività correlate.

Come a Lei noto, il Servizio delle Professioni Sanitarie Infermieristiche è previsto da Normative Regionali e Nazionali, tra le quali il Decreto n.135 del 2012 e s.m.i., Decreto del commissario ad Acta n.18 del 18 febbraio 2013 “Approvazione atto di indirizzo per l’adozione dell’atto aziendale delle Aziende Sanitarie della Regione Campania”, sesta sezione art.16. “Articolazione delle Aziende Sanitarie”, dove al punto 16.15 “Servizi delle professioni sanitarie infermieristiche, della riabilitazione e delle altre professioni tecnico-sanitarie” recita: “Al fine di dare compimento a quanto previsto dalle indicazioni della legge del 10 agosto 2000 n. 251 e dalla Legge Regionale del 10 aprile 2001 n. 4, e per valorizzare tutte le professioni sanitarie, le aziende devono provvedere alla costituzione dei Servizi delle professioni infermieristiche e ostetriche… (omissis)”

Il modello organizzativo attualmente adottato nelle articolazioni organizzative ospedaliere della Asl Na1 è ormai obsoleto, i nuovi bisogni della popolazione, l’evoluzione scientifica e tecnologica, le norme che disciplinano il sistema sanitario e la moderna formazione dei professionisti infermieri, richiedono ristrutturazioni organizzative che non possono prescindere da una Direzione Infermieristica che ne governi i cambiamenti e ne valuti gli esiti.

La Professione Infermieristica è definitivamente autonoma nell’esercizio delle funzioni così come sancito dal D.M. n. 739/94, dai relativi Ordinamenti didattici e dal Codice Deontologico.

La Sua nota è segno di un’evidente cultura medico-centrica ormai obsoleta, che non trova più ragione di esistere come ampiamente dimostrato da numerosi studi presenti in letteratura scientifica nazionale e internazionale.

Gli Infermieri al pari dei Medici hanno dimostrato da tempo, anche in questa emergenza Covid-19, di possedere competenze e conoscenze acquisite nei percorsi formativi universitari di base e formazione post base, competenze maturate dall’esperienza sul campo e dal riconoscimento e dalla fiducia da parte dei cittadini.

Le chiedo, pertanto, che siano messe in atto le procedure necessarie per colmare questa grave carenza, che sia garantita a breve una struttura piramidale delle Professioni Infermieristiche, a tutela dei cittadini e per il buon funzionamento delle strutture sanitarie. Si disegnino modelli organizzativi che valorizzino la competenze di tutti i professionisti, negli ospedali e sul territorio e che finalmente ci siano equipe multi professionali non gruppi sotto il monopolio di un’unica professione.

Non è più possibile tollerare atteggiamenti che ledono l’immagine degli Infermieri che meritano rispetto al pari delle altre. Gli Infermieri sono i garanti dell’assistenza e della presa in carico ai dei cittadini dalla nascita alla fine della vita, 24 ore su 24, per ogni condizione clinico acuta o cronica ed in ogni setting assistenziale.
Sono fiduciosa che solleciterà i competenti uffici affinché si attivino per dare esecuzione alla delibera n. 180 del 14/10/2019 avente per oggetto Istituzione del Servizio delle Professioni Sanitarie Infermieristiche, della Riabilitazione, e delle altre professioni tecnico sanitarie.

Le ricordo che la mancata istituzione dei Servizi infermieristici ci colloca ultimi nel panorama nazionale.

Rinnovandole la piena disponibilità per ogni forma di collaborazione, le porgo cordiali saluti e le auguro buon lavoro.

La presidente OPI Napoli
Dott.ssa Teresa Rea

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

3 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394