diventare infermieri
Pubblicità

Formazione manageriale delle infermiere. Assegnate sette borse di studio per master di II livello grazie all’impegno e al finanziamento diretto di Miroglio.

Assegnate sette borse di studio ad altrettante infermiere che hanno conseguito laurea magistrale con lode ed hanno scelto di iscriversi a master di II livello in: Management delle aziende sanitarie, Governance del rischio clinico e promozione della sicurezza delle cure, Management e coordinamento delle strutture sanitarie, sociali e socio-assistenziali territoriali, Risk management.

Questo il risultato della selezione, su circa 80 domande presentate da infermiere under 40, relativamente al bando sostenuto da Miroglio e lanciato a seguito della campagna #NoiConGliInfermieri della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI), iniziativa che finora ha coinvolto molte aziende e privati per mostrare vicinanza e riconoscenza alle professioniste sanitare che hanno dato il massimo nella lotta al Covid-19.

Si tratta anche di un riconoscimento a una categoria professionale rappresentata principalmente da donne (il 78% del totale in Italia), che richiedono di essere sempre più preparate e di avere la possibilità di accedere ad una formazione di qualità.

Le sette vincitrici, tutte tra i 24 e i 27 anni, selezionate da una commissione mista FNOPI-Miroglio, sono, in ordine di graduatoria: Lisa Serafini, Mariachiara Moffa, Vanessa Brandi, Maria Toccaceli, Luisa Pia Feola, Anna Arnone, Angela Iula, e sono iscritte rispettivamente agli Ordini di: Pesaro Urbino, Campobasso, Salerno, Perugia, Caserta, Napoli e ancora Salerno. Inizialmente era stata prevista l’assegnazione di cinque borse, ma in ragione della consistenza del fondo residuale a disposizione e delle numerose domande pervenute, si è riusciti ad accordare il contributo fino alla settima classificata.

“La formazione è il pilastro di ogni professione e la migliore garanzia per tutti i cittadini che si confrontano con professionisti preparati e in grado di rilevare e risolvere i loro bisogni di salute – ha commentato Barbara Mangiacavalli, presidente della FNOPI -. La frequenza di un master certamente accende la professionalità e la capacità di chi lo segue e ne fa tesoro in ogni momento della sua vita. Concretizzare ancora più operativamente le specializzazioni infermieristiche, già radicate nel resto d’Europa, rappresenta una delle strade imprescindibili della formazione professionale e di tutto il sistema sanitario. E queste borse di studio, per le quali ringraziamo Miroglio, sono il senso della crescita professionale che gli infermieri hanno e cercano da oltre 25 anni. In bocca al lupo alle vincitrici e ci auguriamo – conclude Mangiacavalli – che questo possa essere soltanto il primo passo di una lunga collaborazione e che si possa in futuro rendere l’iniziativa ancora maggiormente efficace ed inclusiva”.

Partendo da questa consapevolezza, Elena Miroglio, presidente di Miroglio Fashion, società del Gruppo Miroglio, realtà industriale che opera lungo tutta la filiera della moda femminile e del retail, ha deciso di sostenere personalmente insieme a FNOPI le donne infermiere in questo cammino professionalizzante, valorizzando così un ruolo in cui le competenze e il continuo aggiornamento sono fondamentali, ancora di più alla luce della recente emergenza sanitaria.

“L’attenzione alle persone ed in particolare al mondo femminile è da sempre un elemento a cui tengo – ha dichiarato Miroglio -. Le professioni infermieristiche, più di altre, riuniscono principalmente due temi a me cari, ovvero alta competenza tecnica e grande capacità relazionale nel gestire il rapporto umano, parte fondamentale di questo lavoro che richiede un elevato impegno. Tutto questo mi ha portato a decidere di sostenere le donne che intendono intraprendere una crescita in questo percorso”.