Infermieri e Cittadino: a Torino premiato progetto ‘Vai a casa’

Infermieri e Cittadino: a Torino premiato progetto 'Vai a casa'.
Infermieri e Cittadino: a Torino premiato progetto 'Vai a casa'.

Il progetto dell’Azienda Ospedaliera “Ordine Mauriziano” di Torino dal titolo “VAI A CASA: la nostra presenza, competenza e i nostri valori ti sosterranno” ha vinto tempo fa il primo premio dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche del capoluogo piemontese.

La premiazione consisteva su un contributo economico che ha consentito nei mesi successivi di implementare le azioni operative. Alla luce dei risultati della ricerca descritta di seguito sono state realizzate due azioni, che verranno implementate in Ospedale nei reparti di degenza a partire dal mese di Maggio 2018.

  1. Un Video informativo da utilizzare per la formazione/informazione del paziente in porevisione delle dimissioni a domicilio, trasmesso, ed accompagnato alla visione, nei soggiorni dei reparti di degenza con cadenza programmata giornaliera.

Il Video, inoltre, è disponibile nel sito aziendale in modo da parmettere a pazienti e familiari di visualizzarlo da casa dopo la dimissione.

  1. La lettera di dimissione integrata informatizzata a cui partecipano, oltre ai medici, tutti i professionisti sanitari (infermieri, dietiste, fisioterapisti, logopediste) che prendono in carico il paziente durante il ricovero e che contiene importanti indicazioni utili a domicilio per una risposta a problematiche relative ai bisogni di base e all’autonomia che viene compilata dall’Infermiere prima della dimissione dopo una rivalutazione complessiva infermieristica della persona assistita.

I due strumenti sono stati realizzati con focus sui temi che si sono rivelati deficitari di informazione durante una ricerca preliminare ed al fine di fornire semplici ma appropriate informazioni ed indicazioni necessarie al paziente e alla sua famiglia al domicilio.

Il progetto ideato e condotto dalla Direzione delle professioni sanitarie (Graziella Costamagna e Silvia Bagnato) e sostenuto dalla Direzione aziendale ha visto una collaborazione fattiva con l’Associazione volontari ospedalieri (AVO).

Potrebbe interessarti...