Fino a 17 pazienti per Infermiere: tra Nord e Sud differenza minima!

Rapporto infermieri/pazienti: quasi il doppio dell'ideale!
Rapporto infermieri/pazienti: quasi il doppio dell'ideale!

Il prezioso report elaborato e diffuso dalla Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) ha evidenziato, tra gli altri, come sia eccessivo il numero dei pazienti in carico per ogni Infermiere. Regione per Regione, i dati lasciano diverse sorprese, ribaltando anche uno stereotipo ben radicato: tra Nord e Sud la differenza è minima!

La media ideale lanciata dal report sulla base della letteratura internazionale e studi approfonditi sarebbe quella di 6 pazienti ogni infermiere

Uno scenario idilliaco a cui non ci avviciniamo, purtroppo, nemmeno un pò. La media italiana infatti è quasi del doppio: 11 pazienti ogni infermiere

Un dato che, ripartito tra le varie Regioni d’Italia trova ancora più sorprese: 

  • 0 regioni rientrano nel target 6 pazienti/infermiere
  • 7 Regioni su 20 si attestano con meno di 10 pazienti/infermiere
  • La Lombardia ha più del doppio di pazienti/infermiere rispetto al target 6
  • Le 3 peggiori Regioni sono Campania (SUD), Lazio (CENTRO) e Lombardia (SUD)

Un ulteriore dato curioso riguarda le medie ripartite per le aree del paese: ribaltando ogni preconcetto si nota come il Sud non si discosti così tanto da Centro e Nord per media.

  • Il Sud Italia infatti, facendo una media delle sue regioni (Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna) ha un rapporto infermiere/pazienti di 11,8.
  • Il Centro Italia (Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio) ha un rapporto infermiere/paziente di 10,8.
  • Il Nord Italia (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, prov. aut. Bolzano, prov. aut. Trento, Friuli V.G., Emilia Romagna) ha un rapporto di 10. 

Una media di appena 1,8 pazienti per Infermiere che però deve avvalorarsi di una considerazione: la maggior presenza di reparti specialistici o altamente specialistici delle strutture sanitarie del Centro e del Nord Italia aiuta queste aree ad abbassare la media.

Potrebbe interessarti...