histats.com

Finti Infermieri e finti siti infermieristici: il mistero di InfoNurse.it. I suoi autori sono tutti dei “troll”?

Finti Infermieri e finti siti infermieristici: il mistero di InfoNurse.it. I suoi autori sono tutti dei “troll”?

? ? Cosa succede nel mondo del web e dell’Infermieristica italiana? Dopo i finti profili Facebook ora arrivano i finti Infermieri-Giornalisti e i finti siti di informazione infermieristica. Nasce InfoNurse.it.

Se sono davvero dei finti Infermieri e dei “troll” sono riusciti a realizzare un vero capolavoro della comunicazione. Hanno creato finti profili di autori, realizzato finti profili Facebook degli stessi finti autori, poi hanno creato un finto quotidiano infermieristico e una Pagina Facebook ad essa collegata. Due dei suoi “autori” si definiscono su Facebook “liberi professionisti” e si guardano bene da definirsi “Infermieri“. Tra le loro amicizie social, però, ci sono solo Infermieri e diversi presidenti e dirigenti di Ordini Infermieristici (OPI). Un caso? Cerchiamo di capire meglio cosa, a nostro avviso, sta accadendo. 

E’ molto pericoloso e se ciò che staremo per dire corrisponderà al vero vorrà dire che dovremo tutti correre ai ripari e molto presto. Tra tutti la Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Infermieristiche e gli OPI interessati. Ma proseguiamo con ordine.

Cosa sono i “troll”.

Prima di iniziare occorre spiegare ai lettori cosa è un troll (vedi Wikipedia). Nel gergo di Internet, e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso e/o del tutto errati, con il solo obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.

E’ un “troll” anche colui che crea profili virtuali finti per gettare discredito sugli avversari.

Chi sono gli autori di InfoNurse.it.

Vi facciamo vedere alcuni dei loro profili su Facebook:

Da una prima indagine abbiamo notato che di Antonio Russo e di Francesco Greco, tipici nomi e cognomi del sud, ce ne sono tanti tra gli iscritti agli OPI.

La genialata: creare profili di Infermieri credibili.

Gli “Antonio Russo” iscritti all’Albo nazionale delle professioni infermieristiche sono 28 (verificate pure cliccando qui).

I “Francesco Greco” iscritti all’Albo nazionale delle professioni infermieristiche sono 9 (verificate pure cliccando qui).

Impossibile, quindi, capire di quali Russo e Greco stiamo parlando. Una vera genialata alla Mandrake (film “Febbre da cavallo“).

Si negano dopo numerosi tentativi di contatto.

Abbiamo provato a contattarli, ma non ci hanno voluto fornire il loro numero di cellulare. Abbiamo chiesto loro di chiamarci anche con l’anonimo, ma non ci è arrivata alcuna telefonata. Noi siamo pazienti e aspettiamo. Magari ci chiameranno proprio oggi.

La denuncia alla Polizia Postale e alla Magistratura.

Visto che continuano (o continuavano) ad utilizzare contenuti di AssoCareNews.it senza autorizzazione e dopo un avviso bonario giunto all’area contatti del sito e caduto nel vuoto, abbiamo deciso di passare dalle parole ai fatti con la denuncia formale. Abbiamo dato mandato ai nostri legali di procedere con la segnalazione alla polizia postale e al tribunale competente per il plagio in essere e per il danno d’immagine arrecato al nostro quotidiano.

La stranezza.

E’ strano verificare che i post di questi soggetti, le loro amicizie su Facebook e i like sulla loro pagina provengano da una specifica area geografica italiana. Si tratta della zona tra Bari, Barletta, Andria, Trani e Matera.

Tutto ciò mentre gran parte dei presidenti e i dirigenti OPI implicati loro malgrado in questa vicenda appartengono prevalentemente ad una “corrente” particolare della nostra professione.

Il dubbio.

Se non sono “troll” magari sono Infermieri con nomi d’arte, oppure Studenti in Infermieristica o forse non sono affatto dei sanitari. Chi lo sa. Il mistero diventa sempre più fitto e degno di indagini ulteriori.

Segnalazioni.

Facciamo appello ai Presidenti degli Ordini Infermieristici Provinciali che li hanno come amici su Facebook di chiarire chi sono ed eventualmente confutare la nostra tesi, dimostrandoci che queste sono persone reali, vive e vegete e che non sono avatar potenzialmente pericolosi per la professione.

Inviateci le vostre segnalazioni a redazione@assocarenews.it.

E se Antonio Russo e Francesco Greco ci volessero chiamare anche in questo momento possono farlo: ecco il numero di cellulare 3494009003.

PS = Perché se la nostra tesi è giusta diventa pericolosa questa situazione? Essenzialmente perché profili finti potrebbero essere utilizzati per danneggiare l’immagine dell’intera categoria. Ora stanno solo commettendo plagio (che è un reato), domani possono arrivare a fare di peggio e colpire chiunque. Staremo a vedere cosa accadrà, intanto continueremo ad informare e a segnalare alla FNOPI tutte le anomalie riscontrate su web e social-network. Stay tuned.

Dott. Angelo Riky Del Vecchio

Nato in Puglia, vive e lavora in Emilia Romagna, Giornalista, Infermiere e Scrittore. Già direttore responsabile di Nurse24.it, attuale direttore responsabile del quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it. Ha al suo attivo oltre 15.000 articoli pubblicati su varie testate e 18 volumi editi in cartaceo e in digitale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394