histats.com
giovedì, Maggio 13, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriFIALS e NURSING UP esigono subito i “soldi” dalla Regione Lombardia per...

FIALS e NURSING UP esigono subito i “soldi” dalla Regione Lombardia per “pagare” le indennità e gli straordinari covid ai lavoratori!

In ASST G.O.M. Niguarda, grazie al lassismo della Regione Lombardia, dal mese di aprile sono stati “sospesi” i pagamenti di indennità e straordinari covid-19 per mancanza di fondi!

Le OO.SS. FIALS e Nursing Up DENUNCIANO la gravissima situazione in cui versa l’ASST G.O.M. Niguarda che, nonostante l’attuale emergenza pandemica, nel primo trimestre dell’anno 2021 ha dovuto necessariamente DEPAUPERARE la disponibilità economica del fondo aziendale del Comparto Sanità, Infermieri in primis, arrivando al punto di formalizzare, nel corso del mese di aprile, l’INACCETTABILE SOSPENSIONE della RETRIBUZIONE delle INDENNITA’ di malattie infettive, di area critica intensiva/sub-intensiva e degli STRAORDINARI correlati al COVID-19. É MOLTO PREOCCUPANTE come, in questo delicato periodo di emergenza pandemica, la Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia, pur mostrando tutta l’intenzione di porre, celermente, rimedio, sia riuscita solo a confrontarsi con le parti sindacali durante gli ultimi due tavoli di trattativa del 24 marzo e del 21 aprile.

Questa evidente fase di STALLO organizzativo, di fatto, non ha permesso di definire l’adeguata modalità di ASSEGNAZIONE delle risorse economiche residuali ancora disponibili che, per il Comparto Sanità, ammontano a circa 5 milioni, fra l’altro, omnicomprensivi dato che al totale va decurtata la parte dedicata agli oneri riflessi ed IRAP a carico del datore di lavoro, aspetto cruciale per consentire all’Azienda di riconoscere gli arretrati sospesi e proseguire i pagamenti dovuti riguardo le indennità e gli straordinari legate all’emergenza pandemica da COVID-19. È INDISPONENTE anche la posizione che, la stessa Regione Lombardia, ha ribadito più volte circa l’irremovibile INDISPONIBILITA’, per l’anno 2021, di REPERIRE ulteriori FINANZIAMENTI, considerato che il modesto ammontare delle risorse residue, oggi disponibili, non risulta sicuramente SUFFICIENTE a coprire le SPESE STRAORDINARIE sostenute per fronteggiare il COVID-19, fino ad ora, contabilizzate e che saranno destinate, inevitabilmente, ad aumentare.

È importante avere la consapevolezza e la coscienza che il PERSONALE non è una MACCHINA e anche se RESILIENTE, come ampiamente dimostrato, non è disposto a TACERE dinnanzi la NEGAZIONE dei compensi spettanti, a causa del MANCATO FINANZIAMENTO STRAORDINARIO necessario a dare RISPOSTE e RICONOSCIMENTI CONCRETI. Per i seguenti motivi il Sindacato non può e non deve esimersi dall’intervenire, SEGNALANDO quanto sta accadendo. Il personale si sente DIMENTICATO e questo configura una situazione non più PROCRASTINABILE, che va prontamente RISOLTA, diversamente il delicato STATO DI TENSIONE a cui stiamo assistendo non potrà che PEGGIORARE, fino a sfociare nello STATO D’AGITAZIONE dei lavoratori interessati.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394