Pubblicità

Un post di una collega Infermiera commuove l’Italia: “un Poliziotto si è messo sull’attenti quando ha scoperto che lavoro facevo”.

Emma D’Elia non credeva ai suoi occhi quando ha visto un Poliziotto mettersi sull’attenti non appena ha capito che era una Infermiera. E’ accaduto qualche giorno fa nel Salernitano, in Campania, durante un posto di blocco per le restrizioni dovute al Covid-19.

Emma lavora in Pronto Soccorso al “Ruggi D’Aragona” di Salerno. Nei giorni scorsi ha scritto sul suo Profilo Facebook:

Questa mattina, Ore 8:12, Uscita autostrada Atena Lucana.

Succede che una pattuglia di Polizia mi dà l’Alt: “Patente e libretto”, dice l’agente chiedendomi anche il motivo del mio spostamento.

“Buongiorno comandante, sto rientrando da lavoro, dal Ruggi D’Aragona, sono un infermiera”, rispondo.

E a quel punto l’agente compie un gesto che mi commuove;
(…) porta la mano al berretto e con un saluto militare mi dice: “Vada Emma, ci scusi per il disturbo, vada a casa a riposarsi e grazie di tutto”.

Mi sono emozionata, quell’agente/ufficiale è diventato in quel momento la mia Regione,il mio Paese, i miei pazienti, ha cancellato in un attimo tutta la mia stanchezza… ❤️
🇮🇹

Felice di servire la Mia Regione!!! #Campania ♥️

Bella storia, bell’esempio di rispetto dell’altrui professione.

Leggi anche:

Coronavirus. Emma D’Elia, Infermiera: “onore a voi Infermieri, che ancora ridete, piangete e provate paura”.