Elezioni RSU 2018: come voteranno gli Infermieri Italiani?
Elezioni RSU 2018: come voteranno gli Infermieri Italiani?
Pubblicità

Rinviate al 31 marzo 2021 le Elezioni per il rinnovo degli Ordini degli Infermieri, delle Professioni Sanitarie ed delle Ostetriche non ancora espletate. In primavera i congressi nazionali. Rischio commissariamento per chi non si mette in regola.

Come già più volte preannunciato dal nostro quotidiano le elezioni per il rinnovo delle cariche provinciali degli Ordini degli Infermieri, delle Ostetriche e delle Professioni Sanitarie sono state prorogate di alcuni mesi. Entro il 31 marzo 2021 dovranno essere tutte espletate a livello territoriale. Poi si darà vita ai Congressi Nazionali per la elezioni dei nuovi vertici federali.

In ragione dell’attuale situazione pandemica e del perdurare dello stato di emergenza, le procedure elettorali per il rinnovo degli organi degli Ordini delle professioni sanitarie in scadenza non ancora avviate ovvero già avviate e non ancora concluse, già differito al 31 gennaio 2021, è ulteriormente differito fino al 31 marzo 2021”. È quanto prevede un’ordinanza di Protezione Civile (LINK).

Il provvedimento prevede poi che “la durata degli organi ordinistici in carica alla data di entrata in vigore della presente ordinanza è prorogata fino alla proclamazione dei nuovi eletti e comunque non oltre il 31 marzo 2021”.

L’ordinanza proroga anche al al 30 aprile 2021 i termini per il completamento delle procedure elettorali per il rinnovo degli organi delle Federazioni nazionali degli Ordini delle professioni sanitarie.

Nel frattempo gli Ordini provinciali, Coronavirus permettendo, sono tenuti ad espletare e a concludere i lavori elettorali. Chi non lo farà sarà ovviamente commissariato.

2 COMMENTS

Comments are closed.