Infermieri in Ordine
Pubblicità

Si surriscalda il clima elettorale per la conquista dell’OPI di Bologna. La Lista “Infermieri in Ordine” tiene sotto costante osservazione la Commissione Elettorale: “pronti ad informare i Carabinieri al primo errore”. Hanno votato oggi circa 200 persone, urne aperte domani al Maggiore e dopodomani di nuovo in sede. La realtà bolognese ago della bilancio per i futuri assetti verticistici della FNOPI.

La campagna elettorale per il rinnovo delle cariche presso l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna si surriscalda. Poco fa giunta in redazione la nota della Lista “Infermieri in Ordine” che comunica la sua volontà di informare le forze dell’ordine al primo errore della Commissione Elettorale.

La Lista continua a presidiare minuto per minuto l’andamento delle votazioni, che finora sembrano regolari. Sotto attenta osservazione l’agire della Commissione Elettorale, come noto nominata dalla dirigenza uscente dell’OPI, che potrebbe anche indirettamente avvantaggiare la Lista “Insieme”.

Oggi si sono recati alle urne circa 200 Infermieri iscritti, in una domenica impegnata più per lo shopping che per i motivi professionali ed elettorali. Domani (14 dicembre 2020) all’Ospedale “Maggiore” e dopodomani (15 dicembre 2020) presso la sede dell’OPI si gioca tutto il futuro della competizione.

“Finora pare che sia tutto regolare, ma stiamo registrando e fotografando ogni cosa – ci spiegano da Infermieri in Ordine – siamo pronti ad informare i Carabinieri al minimo errore anche involontario da parte della Commissione Elettorale, che possa penalizzare il nostro movimento a vantaggio degli sfidanti. Siamo fiduciosi nella vittoria finale e siamo convinti che alla fine il popolo dei colleghi ci premierà per il lavoro svolto finora e per una campagna elettorale sempre corretta e basata su progetti concreti e programmi effettivamente realizzabili”.

Ma perché sono così importanti le elezioni bolognesi?

Semplice, perché a Bologna si decide anche il futuro assetto dei vertici della FNOPI, il cui congresso nazionale è previsto per la primavera 2021, Covid permettendo.

4 COMMENTS

Comments are closed.