Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Subito i test rapidi, infermieri i più esposti. Appello di Ciro Carbone, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli al Governatore Vincenzo De Luca.

“Siamo pochi e in prima linea. Nonostante ciò, gli infermieri di Napoli e dell’intera regione stanno lavorando senza sosta, con enorme senso di responsabilità e sacrificio, pur correndo gravi rischi personali. Stiamo facendo e continueremo a fare il nostro dovere e anche di più. Ma è necessario che tutti facciano la propria parte. L’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli chiede oggi ad alta voce alle istituzioni di tutelare e proteggere la salute degli infermieri e delle infermiere pediatriche, per tutelare meglio quella dei cittadini che assistiamo. Aiutateci a salvare vite. Aiutateci a vincere questa battaglia. Per farlo garantite subito, ora, agli operatori sanitari, medici, infermieri, ma anche chiunque altro si occupi dell’emergenza COVID-19, screening a tappeto”. Cosi Ciro Carbone, Presidente dell’Ordine degli infermieri di Napoli.

L’appello degli infermieri arriva poche ore dopo l’annuncio lanciato dal Presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca di acquistare un milione di test rapidi per uno screening di massa. La decisione presa ieri dalla Regione Campania è stata accolta con soddisfazione e con viva partecipazione.

Ciro Carbone, presidente Ordine Infermieri di Napoli.
Ciro Carbone, presidente Ordine Infermieri di Napoli.

“L’Opi di Napoli concorda e plaude all’iniziativa della Regione Campania che si allinea cosi con le ultime raccomandazioni dell’Oms e con le più avvertite posizioni scientifiche – ha aggiunto Carbone – test, test, test, ha raccomandato l’Oms in questi ultimi giorni. Come a dire, vinceremo la battaglia contro il Covid-19 solo con un’indagine diagnostica generalizzata”.

“L’Antibody Determination Kit che la Regione Campania intende acquistare per testare circa 1 milione di cittadini campani – ha aggiunto Carbone – è stato utilizzato con successo in Cina e sarà utilissimo nella gestione dell’emergenza e nel contenimento dell’infezione. Per questo ringraziamo il Presidente De Luca per la sua sensibilità. Saremo al fianco dell’istituzione nelle scelte e nelle decisioni. Noi chiediamo solo di lavorare in sicurezza. Di poterlo fare con ancora più slancio, dedizione e generosità”.