infermiere covid
Pubblicità

Emergenza Coronavirus. La notizia: morti una Infermiera e 5 Medici in Piemonte: è allarme. Per l’INAIL si tratta di infortunio, Governo ha previsto indennizzo alle famiglie.

Muoiono una Infermiera e cinque Medici in Piemonte nelle ultime ore. Molti morti si registrano anche tra gli OSS, ma è difficile capire esattamente quanti. Protestano i sindacati medici e gli Ordini delle Professioni Infermieristiche. Nei giorni scorsi aveva protestato anche il sindacato SHC in rappresentanza degli Operatori Socio Sanitari.

Centinaia di infetti tra gli Operatori in Piemonte, alcuni ricoverati in Terapia Intensiva.

Sono centinaia i professionisti sanitari e i professionisti socio-sanitari in quarantena in casa o ricoverati in ospedale, alcuni dei quali in Terapia Intensiva. I numeri sono decisamente parziali e sottostimati, perché è solo da pochi giorni che si è accentuata l’attenzione sulle Residenza Sanitarie Assistenziali, dove infetti, ricoverati e deceduti aumentano tutti i giorni in maniera esponenziale. Nessuno in Piemonte, come nel resto d’Italia, ha presidiato questi luoghi di cura, dove vi sono ricoverati grandi anziani non auto-sufficienti, per la stragrande maggioranza ammalati di Alzheimer, demenze senili e patologie neurologiche anche giovanili.

Protestano i Medici.

Il sindacato ANAOO parla di decine e decine di medici in quarantena domiciliare e di almeno una quarantina di ricoverati gravi in Rianimazione o Terapia Intensiva, ma non è in grado di dire il loro esatto numero, perché regna la totale confusione e la disorganizzazione del Governo regionale.

Protestano gli OSS.

Dal canto suo anche il sindacato SHC aveva chiesto maggiori controlli sugli Operatori Socio Sanitari e sui Pazienti, in special modo nelle RSA e nelle ex-Case di Riposo, sia nel pubblico, sia nel privato.

Protestano gli Infermieri.

Per gli Infermieri interviene Massimo Sciretti, presidente dell’OPI di Torino, che parla di almeno una quarantina di colleghi ricoverati in ospedale. Purtroppo anche l’esponente delle professioni infermieristiche non è in grado di calcolare quanti siano per l’esattezza i contagiati. Secondo alcune stime ufficiose potrebbero essere almeno cento.

Sindacato e OPI chiedono Dispositivi di Protezione Individuale, tamponi e maggiore celerità nei controlli dei potenziali infetti.

L’Inail precisa che si tratta di infortunio e che verrà riconosciuto indennizzo.

L’Inail ha comunicato poco fa che chi si ammala di COVID-19 e riceve danni permanenti o muore riceverà un indennizzo previsto dal Governo (di questo ne avevamo già parlato in passato – ndr). Ovviamente in caso di decesso il riconoscimento economico andrà alle famiglie. Riconosciuto l’infortunio sul lavoro.

In Piemonte regna il caos e all’allarme lasciato dalle istituzioni e dalle organizzazioni sindacali non corrisponde la risposta concreta della parte politica, che sembra navigare a vista.

Leggi anche:

Coronavirus: ecco il nostro Speciale. Tutti i giorni le ultime novità dal fronte del COVID-19.

DPI Coronavirus: quali sono quelli giusti per proteggere sè e gli altri?

 

Coronavirus. Vademecum per il corretto utilizzo delle mascherine. Quelle con valvola possono infettare.

Coronavirus. Numero dei nuovi contagi e delle guarigioni regione per regione, provincia per provincia.

AssoCareNews: nuova APP di notizie per Medici, Infermieri, OSS, Professionisti Sanitari e cittadini.