Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Morta Infermiera di 55 anni. Addio a Lidia Liotta, lavorava in RSA dove si è infettata. Il Covid-19 l’ha uccisa.

Si chiamava Lidia Liotta, e aveva 55 anni. Saccense, ma residente in provincia di Bergamo, faceva l’Infermiera una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA). È deceduta oggi dopo essere stata contagiata da Covid-19. Lascia il marito, dipendente del comune di Villongo, e una figlia di 20 anni. Lo ha annunciato con cordoglio il portale corrieredisciacca.it. Lei era originaria dell’Agrigentino, ma aveva lasciato la Sicilia per lavoro.

Lidia lavorava in una RSA di Predore. La donna si è contagiata o è stata contagiata, si è poi ammalata ed è stata ricoverata d’urgenza nel nosocomio di Ome in provincia di Brescia: «La sua situazione è di ora in ora peggiorata, con gravi conseguenze polmonari ma anche ad altri organi, che hanno costretto i medici a sottoporla anche a dialisi». La donna è morta nella giornata di giovedì 16 aprile. «Stava lottando con tutte le sue forze» hanno raccontato i familiari.

Purtroppo la collega lascia una figlia di 20 anni e il marito, anche lui di origini siciliane.

Lidia era sicritta all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Agrigento.