histats.com
giovedì, Luglio 29, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriCoronavirus. Infermieri chiedono DPI per sopravvivere al Covid-19: "siamo carne da macello".

Coronavirus. Infermieri chiedono DPI per sopravvivere al Covid-19: “siamo carne da macello”.

Emergenza Coronavirus. Infermieri siciliani chiedono Dispositivi di Protezione Individuale per sopravvivere al Covid-19. L’azienda non glieli fornisce. Lavorano nella paura: “siamo carne da macello”.

Lavorare in ospedale in questo periodo significa anche saper sopravvivere al Coronavirus con degli espedienti. E’ sempre più facile infettarsi di COVID-19 per mancanza di Dispositivi di Protezione Individuale. Gli operatori lavorano nel terrore più assoluto, mentre le Aziende sanitarie continuano a fare quello che possono, prese in contropiede da una emergenza nazionale che sta mietendo decine di migliaia di contagi e di vittime.

Abbiamo raccolto a tal proposito il vide di un Infermiere che si lamenta della mancanza assoluta di DPI, autodenunciandosi: “per lavora li ho dovuti rubare, altrimenti avrei rischiato sulla mia pelle”.

Ascoltiamo cosa dice (abbiamo eliminato alcune parti che potevano risultare lesive della dignità di terze persone).

Senza parole…

Leggi anche:

Speciale Coronavirus. Tutti i giorni le ultime notizie dal fronte del COVID-19.

DPI Coronavirus: quali sono quelli giusti per proteggere sè e gli altri?

 

Coronavirus. Vademecum per il corretto utilizzo delle mascherine. Quelle con valvola possono infettare.

Coronavirus. Numero dei nuovi contagi e delle guarigioni regione per regione, provincia per provincia.

AssoCareNews: nuova APP di notizie per Medici, Infermieri, OSS, Professionisti Sanitari e cittadini.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394