Pubblicità

Coronavirus, Infermiera racconta di fare lo stesso incubo da settimane. Lo strano fenomeno legato all’epidemia.

Coronavirus: Infermiera racconta l’incubo che la perseguita da settimane.

Non si tratta soltanto di un brutto sogno ma di un vero e proprio fenomeno che sta colpendo centinaia di Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari. Ognuno con un tremendo sogno che lo colpisce.

Beatrice, collega fiorentina, ci ha raccontano il suo.

“Mi sveglio di soprassalto e mi trovo in reparto, dentro la tuta. Davanti a me la scrivania, intorno a me colleghi che non si girano mai verso di me e che sembrano non contattabili.

Suona un monitor e vedo dallo schermo che è una mia paziente. Guardo meglio ed anche se non leggo il nome non so perchè ma capisco che si tratta di mia sorella.

Mi alzo e cerco di raggiungere il box ma qualcuno passa con un carrello pieno di rifornimenti per il reparto e si ferma al telefono bloccandomi. Il monitor continua a suonare, sempre più forte.

Chiedo permesso ma non mi sentono, cerco di spostare il carrello ma sembra bloccato. Penso di scavalcare la scrivania ma sento che non è possibile. Il monitor suona in emergenza e io non riesco a passare. L’ansia mi divora, devo correre ma non riesco a spostare il carrello.

Poi mi sveglio”.

Beatrice ci ha detto di fare lo stesso sogno all’incirca ogni notte e a volte anche il pomeriggio, quando riposa prima del turno notturno.

Dice che sarà probabile che segua il nostro consiglio e si rivolga allo Sportello di Supporto psicologico aziendale.