coronavirus bollettino
Pubblicità

L’Emergenza Coronavirus ha azzerato la disoccupazione tra Medici, Infermieri e OSS in Italia, in Europa e nel resto del mondo. Le agenzie di lavoro cercano all’estero, ma non trovano risposte.

Non si trovano Medici, Infermieri e Operatori Socio Sanitari per Residenze Sanitarie Assistenziali, Aziende Servizi alla Persona, strutture sanitarie private-convenzionate e strutture private non convenzionate. Sono, infatti, diverse le agenzie di lavoro e gli Enti pubblici e privati che stanno cercando da settimane operatori per queste strutture, ma invano. E ciò perché si è ridotto praticamente a zero il tasso di disoccupazione tra i professionisti sanitari e socio sanitari.

“Miracolo” compiuto dal Coronavirus, che – oltre a mietere vittime e contagi – continua a creare lavoro nel mondo della sanità e dell’assistenza.

Solo tra gli Infermieri vi erano oltre 18.000 disoccupati, circa 20.000 tra gli OSS, mentre qualche migliaia tra i Medici. Ora trovarne uno disponibile a lavorare è diventata una impresa impossibile.

Ovviamente l’azzeramento del tasso di disoccupazione non significa azzeramento dello sfruttamento e del precariato, anzi vale esattamente il contrario. Sono tante le segnalazioni che giungono alla nostra redazione su mancati affiancamenti post-assunzione, contratti capestro, confusione dei ruoli e paghe non proprio consone al lavoro svolto. La solita solfa ne nemmeno l’emergenza Covid-19 è riuscita a debellare.

Per chi, invece, non è riuscito ancora a trovare una occupazione è possibile scrivere direttamente a [email protected]. Saremo noi stessi a mettervi in contatto con le aziende che ci hanno inviato i loro annunci pubblicitari.

Faremo da filtro e manderemo i vostri Curricula verso le migliori proposte pervenuteci.