vaccino shock anafilattico puntura covid coronavirus
Pubblicità

Un Coordinatore Infermieristico ha vaccinato in maniera abusiva la moglie contro il Coronavirus. Ora rischia il licenziamento e anche una denuncia per furto.

E’ accaduto a Voghera. Un Coordinatore Infermieristico ha vaccinato abusivamente la moglie a Voghera, sottraendo fiale al personale sanitario. Pertanto ora rischia di perdere il posto di lavoro e nel contempo di essere denuncia per furto.

Sembra uno scherzo, ma è tutto vero. Ora l’ospedale della cittadina in provincia pavese e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) hanno annunciato un procedimento disciplinare nei confronti del professionista, oltre ad una denuncia per furto e per danno all’immagine.

Il collega ha pensato male di vaccinare senza autorizzazione la moglie, tra l’altro una pensionata. Per farlo ha sottratto una fiala ad altri operatori sanitari e socio-sanitari.

Il Coordinatore Infermieristico ha portato la consorte nel luogo di lavoro qualche giorno fa mentre nell’Unità Operativa di Urologia vi era poco personale in servizio.

Subito dopo l’ha vaccinata. Peccato che sia stato notato da alcuni colleghi, che hanno informato dell’accaduto la Direzione Generale e Sanitaria dell’ASST.

Da evidenziare che il giorno prima una quarantina di colleghi erano stati rimandati a casa in quanto le dosi erano carenti. Questo ha reso il suo gesto ancora più grave, in violazione dei dettami del Codice Deontologico dell’Infermiere.

Probabilmente mentre scriviamo l’uomo è già stato sospeso dal lavoro o è stato chiamato a rispondere dell’accusa in Direzione.

Senza parole!

1 COMMENT

Comments are closed.