Concorso Infermieri Toscana: OPI chiedono l’annullamento.

Concorso Estar Infermieri Toscana: gli Ordini Toscani chiedono annullamento preselezione ma l’organizzazione risponde preparando risultati e prove di selezione.

Attraverso una nota ufficiale divulgata questa mattina (testo integrale a fondo articolo), il Coordinamento degli OPI Toscana ha chiesto ufficialmente all’ESTAR (l’ente regionale toscano che si occupa della gestione del personale) di annullare le prove di preselezione avvenute nella seconda metà di luglio, ammettendo tutti i candidati alle prove selettive.

La prova era stata indetta per preselezionare i migliori 7000 candidati sui circa 13000 iscritti, ma alle prova hanno partecipato soltanto in 9200 candidati circa.

Sui social gli infermieri si sono ampiamente divisi sul tema: da una parte si contesta la difficoltà dei test e la presenza di domande con opzioni di risposta errate, dall’altra parlano invece coloro che hanno impiegato tempo, soldi e giorni di ferie e permessi per parteciparvi. Sicuramente è innegabile che sono state investite tante risorse da parte di tutti e l’annullamento ne farebbe un enorme spreco.

Per il momento l’ESTAR non si è pronunciata anche se nella stessa giornata di oggi ha divulgato la seguente comunicazione:

Si comunica che essendo ancora in corso alcune verifiche, i nuovi correttori e gli esiti, saranno pubblicati nel più breve tempo possibile al termine delle stesse.

Si fa presente che è in corso la nomina della commissione e che le date delle successive prove non saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana prima del mese di Settembre.

Un avviso che ha portato anch’esso discussione: è da interpretare come il segnale che la richiesta è stata ignorata?

Questa la nota ufficiale del Coordinamento degli OPI Toscani.

Gli OPI Toscana chiedono ad ESTAR di ammettere direttamente tutti i partecipanti alla preselezione.
Di seguito il testo della richiesta:

Il Coordinamento degli Ordini delle Professioni infermieristiche della Toscana, dopo le numerose segnalazioni giunte da numerosi partecipanti al concorso per infermieri che si è svolto ad Arezzo , in merito alla pubblicazione di correttori errati e ad un errata formulazione di alcune domande , chiede alla Direzione ESTAR, l’ammissione alla fase successiva di tutti i 9.500 partecipanti alla preselezione, in considerazione anche del fatto che il loro numero è significativamente inferiore agli annunciati 12.500 iscritti alla prova concorsuale.
Questa significativa riduzione tra il numero di iscritti alla prova concorsuale e la successiva preselezione è un sintomo predittivo che gli infermieri disponibili per la graduatoria saranno in numero inferiore rispetto a quanto successo con il concorso passato.

Del resto gli scriventi Ordini, sempre per questo motivo, avevano suggerito di non svolgere affatto nessuna prova preselettiva.
La ns richiesta di fare accedere tutti alla fase successiva è utile per non rallentare la formazione della graduatoria, che sarà in grado di dare una risposta alle esigenze di personale infermieristico di tutta la nostra Regione.
Questa ns indicazione sarebbe una scelta di buon senso che sicuramente sarà apprezzata da tutta la categoria infermieristica.

Potrebbe interessarti...