Concorso Infermieri nelle Scuole: ecco il bando!

Concorso Infermieri nelle Scuole: ecco il bando!
Concorso Infermieri nelle Scuole: ecco il bando!

Le domande vengono presentate nelle regioni d’interesse.

Come diventare Infermiere nelle Scuole italiane? Ecco il bando di Concorso per il reclutamento di personale ATA e altri settori scolastici emanato dal Ministero dell’Istruzione (MIUR) suddiviso regione per regione. E’ questa una buona occasione per entrare a far parte di settore lavorativo di nicchia, ma molto importante e specialistico. Ecco come e quando presentare le domande.

Vi consigliamo il seguente Manuale di preparazione ottenibile gratuitamente iscrivendosi ad AssoCareInformazione.it.

In più vi consigliamo di iscrivervi al gruppo concorsi pubblici di AssoCareNews.it fu Facebook.

In qualsiasi scuola di qualsiasi ordine e grado, sono passati dei bidelli che hanno fatto la storia: sì, perché il loro ruolo non è propriamente quello dell’autorità severa, quanto invece quello dell’adulto dalla parte dei ragazzi.

Chi non ricorda con affetto almeno un bidello nella propria carriera scolastica? Gli Uffici Scolastici Regionali URS di tutta Italia stanno pubblicando i concorsi pubblici per soli titoli per l’accesso ai ruoli provinciali

Per personale ATA, che sta per Ausiliari Tecnici Amministrativi, molte persone intendono unicamente i cosiddetti “bidelli” o meglio i collaboratori scolastici, mentre invece ci sono numerose aree all’interno della stessa categoria. Tutti i bandi in pubblicazione dagli Uffici Scolastici Regionali , infatti, sono rivolti a diverse aree: Collaboratore Scolastico, Addetto alle aziende agrarie, Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Cuoco, Infermiere e Guardarobiere

Concorsi ATA 2019: Bandi di tutte le regioni

Il Ministero dell’Istruzione con il Decreto n. 576 del 2018 ha autorizzato l’assunzione di ben 9.838 ATA ovvero di personale Amministrativo, Tecnico ed Ausiliario della scuola.

Questo numero è stato calcolato prendendo in considerazione non solo i pensionamenti, ma anche le stabilizzazioni di quei contratti che erano stati stipulati con la forma contrattuale co.co.co. In questo modo si sono stabilizzati 785 dipendenti che potranno usufruire di tutte le tutele che dà un lavoro a tempo indeterminato.

Le precedenti promesse sono state mantenute ed entro il 31 Agosto dovranno essere inserite nell’organico di diverse strutture scolastiche quasi 10 mila nuovi dipendenti che prenderanno servizio il 1 Settembre. 

Le graduatorie da dove verranno identificati i nomi degli assunti saranno quelle permanenti provinciali. In base alla posizione e ai posti vacanti le risorse potranno fare le proprie scelte e lavorare per l’anno 2019-2020 in quella Scuola.

L’Ufficio preposto al procedimento sarà l’USR-Ufficio di Ambito Territoriale o  una scuola delegata. Tutte le informazioni verranno inserite all’interno del SIDI ovvero un fascicolo personale. A questo punto sarà assegnata una sede scolastica provvisoria e si verrà immessi in ruolo.

Di seguito mettiamo a vostra disposizione tutti i bandi pubblicati al momento, indicando le relative scadenze:

ATA 24 mesi: requisiti

Di seguito i requisiti richiesti:

  • anzianità di servizio di almeno due anni, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi (le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale cui si richiede l’accesso e/o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore a quella del profilo cui si concorre;
  • essere in servizio in qualità di personale ATA a tempo determinato nella scuola statale nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale, cui si concorre;
  • il personale che, eventualmente, non sia in servizio all’atto della domanda nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale, cui concorre, non perde la qualifica di “personale ATA a tempo determinato della scuola statale”, come sopra precisato, se inserito nella graduatoria provinciale ad esaurimento della medesima provincia e del medesimo profilo (per il profilo di CS) e negli elenchi provinciali per le supplenze (per i profili di AA – AT – CR – CO – GA – IF);
  • il personale che non si trovi nelle condizioni di cui ai due punti precedenti conserva, ai fini del presente bando, la qualifica di “personale ATA a tempo determinato della scuola statale” se inserito nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo cui si concorre (AA – AT – CR – CO – GA – IF – CS).

Posti disponibili

Per poter prendere visione dei posti disponibili si può usufruire della tabella presente nel Decreto MIUR 576/18.

In base al profilo vi indichiamo le seguenti immissioni in ruolo:

  • n. 4.497 –Collaboratori Scolastici;
  • n. 2.881 – Assistenti Amministrativi;
  • n. 724- Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA);
  • n.625 –Assistenti Tecnici;
  • n. 8 – Guardarobieri;
  • n.7 – Cuochi;
  • n. 2 –Addetti alle Aziende Agrarie.

Per ulteriori dettagli vi rimandiamo al seguente link.

Come si diventa Personale ATA?

Per l’accesso ai concorsi per ATA 24 Mesi resta valido quanto indicato nella nota MIUR n. 8151 del 13 marzo 2015 e quanto previsto per l’inserimento nelle graduatorie provinciali permanenti. In particolare, si richiede il possesso dei seguenti requisiti generali:

  • essere in servizio in qualità di ‘personale ATA a tempo determinato statale della scuola’ nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui si concorre oppure, se non in servizio all’atto della domanda nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale, essere inseriti nella graduatoria provinciale ad esaurimento o negli elenchi provinciali per le supplenze della medesima provincia e del medesimo profilo cui si concorre. Coloro che non possiedono le precedenti caratteristiche, conservano la qualifica di ‘personale ATA a tempo determinato della scuola statale’ se inseriti nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo per cui concorrono;
  • anzianità di almeno due anni di servizio, cioè 24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi;
  • diploma, qualifica professionale o laurea in linea con i titoli di studio richiesti per il profilo professionale per il quale si intende concorrere.

Per ciascuna figura è richiesto il possesso di un diploma o di una laurea. Nello specifico, è necessario possedere i seguenti titoli di studio in base al profilo professionale di riferimento:

  • Collaboratore Scolastico – diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati o diplomi di qualifica professionale (entrambi di durata triennale riconosciuti dalle Regioni);
  • Collaboratore Scolastico Addetti all’azienda agraria – diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico / agro industriale / agro ambientale;
  • Assistente Amministrativo – diploma di maturità;
  • Assistente Tecnico – diploma ti maturità corrispondente alla specifica area professionale. I diplomi richiesti vengono indicati, generalmente, in un’apposita tabella allegata al bando;
  • Cuoco – diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;
  • Infermiere – laurea in infermieristica o altro titolo ritenuto valido dalla normativa vigente per esercitare la professione infermieristica;
  • Guardarobiere – diploma di qualifica professionale di operatore della moda.

Inoltro domande

I modelli di domanda sono gli allegati B1B2F e H:

  • Modello B1 – domanda di inserimento
  • Modello B2– domanda di aggiornamento
  • Modello F – rinuncia supplenze
  • Modello H– per la priorità nella scelta della sede

Dovranno essere inviati con modalità tradizionale (mediante raccomandata A/R ovvero consegnati a mano ovvero mediante PEC, all’Ambito Territoriale della provincia d’interesse entro i termini previsti dal relativo bando);

l’allegato G, relativo alla scelta delle scuole, successivamente in modalità telematica  tramite le istanze on-line.

Registrazione

Al fine di favorire la procedura on-line, si raccomanda a tutti gli aspiranti interessati alle graduatorie d’istituto a procedere alla registrazione ove non fossero già registrati. La registrazione è infatti un prerequisito essenziale per poter trasmettere l’allegato G via web.

Chi ha effettuato il cambio provincia, presentando quindi, istanza di depennamento dalle graduatorie permanenti provinciali (della vecchia provincia) per iscriversi nelle graduatorie di istituto di terza fascia di diversa provincia può presentare domanda di inclusione nelle graduatorie provinciali permanenti della provincia per cui ha presentato domanda di iscrizione nella terza fascia delle graduatorie di istituto, fatto salvo ovviamente il possesso dei requisiti per l’inserimento nella graduatoria “24 mesi”.

Presentazione domande

Il  MIUR ha trasmesso agli uffici Scolastici Regionali i modelli di domanda relativi all’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti del personale ATA per l’anno scolastico 2019/2020.

I singoli Uffici Scolastici regionali pubblicheranno il rispettivo bando con la data entro la quale presentare la domanda per l’inserimento/aggiornamento nella graduatoria ATA 24 mesi, da cui si assegnano i ruoli e le supplenze al 31 agosto o al 30 giugno.  Il MIUR raccomanda agli USR di pubblicare i relativi bandi entro il 20 marzo 2019.

Le domande per la mobilità del personale Ata potranno essere presentate fino al 26 aprile 2019 su Istanze online.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del MIUR relativo al Personale ATA: LINK.

Fonte: CircuitoLavoro.it – AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...