Concorso Infermieri Ferrara: Graduatoria salva, al via altre assunzioni!

Concorso Infermieri Ferrara: Graduatoria salva, al via altre assunzioni!
Concorso Infermieri Ferrara: Graduatoria salva, al via altre assunzioni!

Aveva presentato una richiesta di annullamento parziale della graduatoria ritenendo di essere stato svantaggiato dalla mancanza di una “riserva” prevista per legge per le categorie protette. Un ricorso che avrebbe potuto cambiare le carte in tavola per i 2.086 infermieri professionali che avevano superato la prova scritta, pratica e orale del maxi-concorso celebrato a Ferrara alla fine dell’anno scorso. Ma non è andata così e la Graduatoria è stata validata!

Il Tar, però, con una sentenza breve che è entrata subito nel merito ha respinto l’impugnazione. La graduatoria per l’assunzione degli infermieri, quindi, la stessa già utilizzata da Asl e Sant’Anna per immettere in ruolo dall’inizio dell’anno decine di operatori, per ora resta valida (c’è ancora la possibilità dell’appello al Consiglio di Stato).

Ecco chi sarà assunto!

Il ricorrente, l’unico che si è rivolto al giudice, è una persona sulla cinquantina con invalidità. Ha chiesto al Tar, il 14 marzo scorso, l’annullamento – previa sospensione – di una determina dell’azienda ospedaliera che fissava l'”ordine di arrivo” dei 2.086 candidati che avevano superato tutte le prove. Il motivo? In graduatoria non erano stati previsti posti con “riserva” per persone disabili. Gli uffici legali di Asl e Sant’Anna hanno però ribattuto che nelle due aziende i posti previsti per legge con quella tipologia di riserva sono già tutti occupati. Il 30 aprile scorso il Tar ha bocciato il ricorso.

Il concorso pubblico è stato uno dei più partecipati degli ultimi anni. Tante le polemiche legate alla selezione e alcune segnalazioni al settore anticorruzione dell’Azienda Sanitaria Locale, che ha più volte ribadito la liceità dell’evento concorsuale.

Alla prova scritta e pratica, che si è svolta il 7 settembre scorso in cinque padiglioni della Fiera appositamente allestiti, si erano iscritti 10.194 laureati in Scienze infermieristiche. In buona parte si trattava di giovani tra i 25 e i 35 anni giunti da fuori provincia e regione. Il giorno della prima selezione ai cancelli si erano presentati 5.084 candidati. A superare i test erano stati 3.016 aspiranti che erano stati chiamati lo scorso dicembre, sempre a Ferrara, per sostenere la prova orale. I colloqui sono proseguiti fino al 20 dicembre, infine è stata composta la graduatoria definitiva. Un percorso che ha richiesto l’investimento di ingenti risorse per l’organizzazione (solo per la parte economica decine di migliaia di euro) e oggi consente alle due aziende sanitarie di poter assumere personale senza dover tener conto dei lunghi tempi di selezione.

Dall’inizio dell’anno un centinaio di infermieri sono stati immessi in servizio, sia nelle strutture dell’Asl che nei reparti dell’ospedale di Cona, grazie alla possibilità di attingere da quell’elenco. Ma si tratta solo dei passi iniziali previsti dai piani occupazionali delle due aziende. Il Sant’Anna ha già programmato un centinaio di assunzioni, scaglionate su tutto l’anno, per assorbire gli ingressi programmati per il 2016 e per il 2017 e rimandati, aveva spiegato l’azienda ospedaliera, per attendere la pubblicazione della graduatoria. A questi numeri sono da aggiungere gli inserimenti che andranno a coprire le esigenze per il 2018 sia per l’Asl che per il Sant’Anna.

Le due aziende quest’anno sono state autorizzate dalla Regione a sostituire tutto il personale in uscita (dimissioni, pensionamenti), un traguardo che sarà affiancato da un piano di stabilizzazioni.

Fonte: La Nuova Ferrara – AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...