Pubblicità

Cos’è il Perineo? Qual è la sua funzione? Come è composto? Ecco uno straordinario viaggio in una regione anatomica particolare del Corpo Umano.

Il perineo è una regione anatomica del bacino. Si trova tra le cosce e rappresenta la parte più inferiore dell’uscita pelvica. Esso è separato dalla cavità pelvica superiormente dal pavimento pelvico. E’ una parte importante del Corpo Umano.

Questa regione contiene strutture che supportano i sistemi urogenitale e gastrointestinale – e quindi svolge un ruolo importante in funzioni come la minzione, la defecazione, i rapporti sessuali e il parto.

In questo articolo esamineremo l’anatomia del perineo: i suoi confini, i suoi contenuti e le sue correlazioni cliniche.

I confini del perineo.

Nella pratica clinica, il termine “perineo” viene spesso utilizzato per descrivere l’area tra i genitali esterni e l’ano. Tuttavia, in termini anatomici, il perineo è una struttura a forma di diamante.

Ci sono due modi principali in cui è possibile descrivere i confini del perineo. I bordi anatomici si riferiscono ai suoi margini ossei esatti, mentre i bordi superficiali descrivono l’anatomia superficiale del perineo.

Bordi anatomici.

I bordi anatomici del perineo sono:

  • Anteriore – sinfisi pubica.
  • Posteriore – punta del coccige.
  • Lateralmente: rami pubici inferiori e rami ischiatici inferiori e legamento sacrotubero.
  • Tetto – pavimento pelvico.
  • Base: pelle e fascia.

Il perineo può essere suddiviso da una linea teorica tracciata trasversalmente tra le tuberosità ischiatiche. Questa divisione forma il triangolo urogenitale anteriore e il triangolo anale posteriore. Questi triangoli sono associati a diversi componenti del perineo.

Bordi superficiali.

I confini della superficie sono meglio mostrati quando gli arti inferiori vengono rapiti e viene raffigurata una forma a diamante:

Anteriore: mons pube nelle femmine, base del pene nei maschi.
Lateralmente – superfici mediali delle cosce.
Posteriore – estremità superiore della fessura intergluteale.

Come è fatto.

Il perineo può essere suddiviso da una linea teorica tracciata trasversalmente tra le tuberosità ischiatiche. Questa divisione forma i triangoli anali urogenitale anteriore e posteriore.

Questi triangoli sono associati a diversi componenti del perineo, che ora esamineremo più in dettaglio.

Triangolo anale.

Il triangolo anale è la metà posteriore del perineo. È delimitato dal coccige, dai legamenti sacrotuberi e da una linea teorica tra le tuberosità ischiatiche.

I contenuti principali del triangolo anale sono:

  • Apertura anale: l’apertura dell’ano.
  • Muscolo sfintere anale esterno – muscolo volontario responsabile dell’apertura e chiusura dell’ano.
  • Fossa ischioanale (x2) – spazi situati lateralmente all’ano.

L’apertura anale si trova centralmente nel triangolo con le fosse ischioanalari su entrambi i lati. Queste fosse contengono tessuto adiposo e connettivo, che consente l’espansione del canale anale durante la defecazione. Si estendono dalla pelle della regione anale (inferiormente) al diaframma pelvico (superiormente).

Un’altra importante struttura anatomica all’interno del triangolo anale è il nervo pudendo, che fornisce l’intero perineo con fibre somatiche.

Triangolo urogenitale.

Il triangolo urogenitale è la metà anteriore del perineo. È delimitato dalla sinfisi pubica, dai rami ischiopubici e da una linea teorica tra le due tuberosità ischiatiche. Il triangolo è associato alle strutture del sistema urogenitale: i genitali esterni e l’uretra.

Strutturalmente il triangolo urogenitale è complesso, con un numero di strati fasciali e tasche. A differenza del triangolo anale, il triangolo urogenitale ha uno strato aggiuntivo di forte fascia profonda; la membrana perineale. Questa membrana ha delle tasche sulle superfici superiore e inferiore.

Gli strati del triangolo urogenitale (da profondo a superficiale):

  • Sacca perineale profonda: uno spazio potenziale tra la fascia profonda del pavimento pelvico (superiormente) e la membrana perineale (inferiormente). Contiene parte dell’uretra, dello sfintere uretrale esterno e della vagina nella femmina. Nei maschi contiene anche le ghiandole bulbari e i muscoli perineali trasversali profondi.
  • Membrana perineale: uno strato di fascia dura, che è perforato dall’uretra (e dalla vagina nella femmina). Il ruolo della membrana è quello di fornire attaccamento ai muscoli dei genitali esterni.
  • Sacca perineale superficiale: uno spazio potenziale tra la membrana perineale (superiormente) e la fascia perineale superficiale (inferiormente). Contiene i tessuti erettili che formano il pene e il clitoride e tre muscoli: ischiocavernoso, bulbospongiosus e muscoli perineali trasversali superficiali. Le ghiandole vestibolari maggiori (ghiandole di Bartolini) si trovano anche nella sacca perineale superficiale. La sacca è delimitata posteriormente al corpo perineale.
  • Fascia perineale: una continuità della fascia addominale che ha due componenti:
    • Fascia profonda: copre i muscoli perineali superficiali e le strutture sporgenti (ad es. Pene e clitoride).
    • La fascia superficiale è composta da altri due strati di fascia:
      • Strato superficiale – continuo con la fascia di Camper della parete addominale anteriore.
      • Strato profondo (fascia di Colles) – continua con la fascia di Scarpa della parete addominale anteriore
  • Pelle: gli orifizi uretrali e vaginali si aprono sulla pelle.

Il corpo perineale.

Il corpo perineale è una massa fibromuscolare irregolare. Si trova all’incrocio dei triangoli urogenitale e anale, il punto centrale del perineo. Questa struttura contiene muscolo scheletrico, muscolo liscio e fibre collagene ed elastiche.

Anatomicamente, il corpo perineale giace appena in profondità nella pelle. Funge da punto di attacco per le fibre muscolari dal pavimento pelvico e dal perineo stesso:

  • Levator ani (parte del pavimento pelvico);
  • Muscolo bulboospongioso;
  • Muscoli perineali trasversali superficiali e profondi;
  • Muscolo sfintere anale esterno;
  • Fibre muscolari dello sfintere uretrale esterno.

Nelle donne agisce come un corpo resistente allo strappo tra la vagina e lo sfintere anale esterno, sostenendo la parte posteriore della parete vaginale contro il prolasso. Nel maschio, si trova tra il bulbo del pene e l’ano.

Apporto neurovascolare.

Il principale apporto neurovascolare al perineo proviene dal nervo pudendo (da S2 a S4) e dall’arteria pudendo interna.

Il nervo pudendo (insieme all’arteria e alla vena pudendo interna) viaggia lungo la superficie interna delle tuberosità ischiatiche, attraverso un “canale” formato da un ispessimento della fascia otturatoria (canale di Alcock).

Il fascio neurovascolare pudendo scorre verso il basso attraverso ciascuna fossa ischioanale e dà rami sia al triangolo anale che a quello genitale.

Rilevanza clinica.

Il corpo perineale e il parto.

Il corpo perineale è un attacco centrale per i muscoli perineali e funziona per sostenere il pavimento pelvico.

Il parto può provocare danni (stiramenti / lacerazioni) del corpo perineale, portando così a un possibile prolasso dei visceri pelvici. Questo può essere evitato con un’episiotomia (un taglio chirurgico nel perineo). Ciò provoca inevitabilmente danni alla mucosa vaginale, ma previene la lacerazione incontrollata del corpo perineale.

Cisti della ghiandola di Bartolini.

Le ghiandole di Bartolini si trovano all’interno della sacca perineale superficiale del triangolo urogenitale. Il loro ruolo è quello di produrre una piccola quantità di fluido simile al muco.

Normalmente, le ghiandole di Bartolini non vengono rilevate all’esame obiettivo. Tuttavia, se il condotto si blocca, queste ghiandole possono gonfiarsi per formare cisti piene di liquido.

Queste cisti possono essere infettate e infiammate, una condizione nota come bartolinite.

La causa più comune di infezione proviene da batteri come Staphylococcus spp. ed Escherichia coli.

Bibliografia e Sitografia:

  • The Perineum – Teach Me Anatomy – LINK;
  • Archivio AssoCareNews.it – LINK.

Leggi anche:

Corpo Umano: viaggio all’interno di una macchina perfetta.

4 COMMENTS

Comments are closed.