Pubblicità

A differenza di alcuni animali, le femmine umane possono fare sesso in qualsiasi momento del mese e non devono raggiungere l’orgasmo per ovulare o rimanere incinte.

Le formulazioni scientifiche spesso realizzate da uomini sono spesso distanti da ciò che rappresenta in effetti l’orgasmo femminile. Molti concetti sono imprecisi e addirittura possono arrecare danno alla donna e all’immagine collettiva della stesa.

Un orgasmo femminile, ad esempio, può essere molto piacevole e verificarsi durante la masturbazione o l’attività sessuale con uno o più partner. Gli scienziati non sono sicuri che abbia vantaggi molteplici.

Perché le donne raggiungono l’orgasmo?

Un orgasmo può provocare un piacere intenso, che può avere i suoi pro.

Mentre i benefici dell’orgasmo maschile sono evidenti e anche visibili, quelle delle donne lo sono un po’ meno. Gli uomini devono eiaculare per depositare lo sperma nella vagina, possibilmente portando alla gravidanza. L’orgasmo maschile, quindi, ha un chiaro scopo evolutivo, mentre quello femminile no.

Lo scopo dell’orgasmo femminile è meno chiaro, eppure esiste. I ricercatori hanno suggerito numerosi potenziali benefici, ma pochi sono stati rigorosamente testati e nessuna teoria ha ottenuto finora un supporto scientifico conclusivo.

Tuttavia, non tutto ciò che il corpo fa ha uno scopo chiaro, o almeno la scienza non li ha decifrati. Gli scienziati non hanno scoperto i benefici evolutivi di alcuni tratti che sono persistiti negli esseri umani.

L’orgasmo femminile non ha funzionalità legate ai benefici evolutivi.

Uno studio del 2016 sostiene che l’orgasmo femminile potrebbe non avere evidenti benefici evolutivi e che potrebbe essere una reliquia di un tempo in cui gli ormoni associati all’orgasmo erano necessari per l’ovulazione di una donna.

Poiché non c’era bisogno evolutivo di eliminare l’orgasmo femminile, persisteva anche quando non era più necessario per la fertilità.

Tuttavia, l’orgasmo può servire a scopi importanti. Il piacere che può causare può incoraggiare le donne a fare sesso. Questo può anche promuovere il legame con un partner sessuale, che ha significativi benefici evolutivi.

Lo studio del 2016 in sintesi.

La spiegazione evolutiva dell’orgasmo femminile è difficile da individuare. L’orgasmo nelle donne non contribuisce ovviamente al successo riproduttivo e, sorprendentemente, accompagna in modo inaffidabile il rapporto eterosessuale.

Nello studio, realizzato da Mihaela Pavlicev e Funter Wagner, sono stati proposti due tipi di spiegazioni:

  • una che insiste sui ruoli adattativi esistenti nella riproduzione;
  • un’altra che spiega l’orgasmo femminile come sottoprodotto della selezione dell’orgasmo maschile, che è cruciale per il trasferimento dello sperma.

Sottolineiamo che queste spiegazioni tendono a concentrarsi sulle prove della biologia umana e quindi affrontano la modifica di un tratto piuttosto che la sua origine evolutiva.

Per tracciare il tratto attraverso l’evoluzione è necessario identificare il suo omologo in altre specie, che possono avere una somiglianza limitata con il tratto umano.

L’orgasmo femminile umano è associato a un picco endocrino simile ai picchi copulatori nelle specie con ovulazione indotta.

Suggeriamo che l’omologo dell’orgasmo umano sia il riflesso che, ancestralmente, ha indotto l’ovulazione.

Questo riflesso è diventato superfluo con l’evoluzione dell’ovulazione spontanea, liberando potenzialmente l’orgasmo femminile per altri ruoli.

Ciò è supportato da prove filogenetiche che dimostrano che l’ovulazione indotta è ancestrale, mentre l’ovulazione spontanea è derivata dagli euteri.

Inoltre, l’anatomia comparativa del tratto riproduttivo femminile mostra che l’evoluzione dell’ovulazione spontanea è correlata con l’aumento della distanza della clitoride dal canale copulatorio.

In sintesi, suggeriamo che il tratto simile all’orgasmo femminile potrebbe essere stato adattativo, tuttavia per un ruolo diverso, ovvero per indurre l’ovulazione.

Con l’evoluzione dell’ovulazione spontanea, l’orgasmo è stato superato per acquisire ruoli secondari, il che può spiegare il suo mantenimento, ma non la sua origine. 

Cosa succede durante un orgasmo?

Durante l’eccitazione il flusso sanguigno ai genitali aumenta, facendoli diventare più sensibili.

Con l’aumentare dell’eccitazione, possono aumentare anche:

  • frequenza cardiaca;
  • pressione arteriosa;
  • frequenza respiratoria della persona.

Con l’avvicinarsi dell’orgasmo, i muscoli possono contrarsi o spasmi.

Molte donne sperimentano spasmi muscolari ritmici nella vagina durante un orgasmo.

Diversi ricercatori hanno proposto che la risposta sessuale segua fasi specifiche, sebbene le loro teorie su queste fasi siano diverse.

Tuttavia, la maggior parte delle teorie include le seguenti fasi:

  • eccitazione, durante la quale cresce l’eccitazione;
  • plateau, durante il quale l’eccitazione aumenta e si livella;
  • orgasmo, che provoca intense sensazioni di piacere;
  • risoluzione, durante la quale l’eccitazione diminuisce.

Molte donne sono in grado di avere un altro orgasmo dopo la risoluzione, mentre i maschi di solito richiedono un periodo di riposo prima di avere un altro orgasmo.

Benefici per la salute.

Mentre Internet è pieno di articoli che promettono che gli orgasmi migliorano la pelle, i capelli e la salute generale, ci sono poche prove scientifiche che gli orgasmi offrano benefici specifici per la salute.

Gli scienziati non hanno identificato alcun beneficio evolutivo degli orgasmi femminili o scoperto che gli orgasmi migliorano la salute. Ma gli orgasmi sono piacevoli e il piacere può essere il suo vantaggio.

Il sesso piacevole può migliorare l’umore di una persona, alleviare lo stress, aumentare l’immunità e favorire relazioni migliori.

Le donne non hanno bisogno dell’orgasmo per rimanere incinte. Tuttavia, un numero limitato di prove suggerisce che gli orgasmi possono aumentare la fertilità.

Uno studio molto piccolo, ad esempio, ha misurato se c’era una migliore ritenzione di sperma dopo l’orgasmo femminile.

Sebbene i risultati abbiano confermato ciò, dimostrare che il corpo femminile trattiene meglio lo sperma dopo un orgasmo richiederà studi più ampi con disegni di qualità superiore.

Luoghi comuni sull’orgasmo femminile.

Le persone nutrono molte idee sbagliate sugli orgasmi femminili.

Alcuni miti includono:

Le donne che non possono raggiungere l’orgasmo hanno problemi psicologici.

Sebbene traumi, problemi di relazione e cattiva salute mentale possano rendere più difficile l’orgasmo, molte persone con atteggiamenti sessuali sani e buone relazioni hanno ancora difficoltà.

Un orgasmo è una risposta sia fisica che psicologica e numerosi problemi di salute possono rendere più difficile godersi il sesso in questo modo.

Alcune persone lottano per raggiungere l’orgasmo a causa di una lubrificazione inadeguata. Ciò può accadere durante l’assunzione di controllo delle nascite ormonale, o durante o dopo la gravidanza o a causa della menopausa.

Inoltre, le donne possono sperimentare la vulvodinia, che si riferisce a un dolore inspiegabile nella vagina o intorno alla vulva. Trattare questa e altre condizioni mediche può migliorare il piacere sessuale.

Gli orgasmi del sesso penetrativo sono comuni o la forma più sana di espressione sessuale.

Esperti autoproclamati, per lo più uomini, hanno da tempo detto alle donne che devono raggiungere l’orgasmo da un rapporto eterosessuale. Tuttavia, molte donne possono raggiungere l’orgasmo solo dalla stimolazione della clitoride.

Sigmund Freud ha sostenuto che l’orgasmo vaginale era l’orgasmo superiore e più maturo. Nessuna prova supporta questa affermazione.

Le donne non possono avere orgasmi vaginali.

Mentre gli orgasmi vaginali sono meno comuni di quelli della stimolazione della clitoride, alcune donne li hanno, con o senza altra stimolazione.

L’orgasmo femminile può derivare da molti tipi di stimolazione, compreso il contatto vaginale, clitorideo e del capezzolo.

Non tutti hanno l’orgasmo dallo stesso tipo di stimolazione.

Le donne devono amare l’orgasmo.

L’orgasmo è un’esperienza psicologica e biologica complessa: raggiungere e provare l’orgasmo non è la stessa per ogni donna. Alcune donne potrebbero aver bisogno di provare amore per raggiungere l’orgasmo, mentre altre no.

La relazione di una persona con il proprio partner può o meno influenzare la sua capacità di raggiungere l’orgasmo durante il sesso.

Uno studio del 2018 ha rilevato che l’86% delle donne lesbiche ha affermato di avere di solito o sempre l’orgasmo durante il sesso, rispetto a solo il 66% delle donne bisessuali e il 65% delle donne eterosessuali.

I partecipanti avevano maggiori probabilità di raggiungere l’orgasmo frequentemente se:

  • ricevuto più sesso orale;
  • ha avuto rapporti sessuali più duraturi;
  • ha riportato una maggiore soddisfazione nella relazione;
  • ha chiesto cosa volevano a letto;
  • impegnati in email o chiamate sessuali;
  • espresso amore durante il sesso;
  • ha recitato fantasie sessuali;
  • provato nuove posizioni sessuali.

Un partner può dire se una donna ha avuto un orgasmo.

Non c’è modo di sapere se una donna ha avuto un orgasmo senza chiederglielo. Alcune persone emettono rumori durante un orgasmo, mentre altri tacciono. Alcuni arrossiscono o sudano dopo un orgasmo, ma altri no.

Una persona che vuole sapere se il proprio partner ha avuto un orgasmo può chiedere senza essere conflittuale.

Se la risposta è no, evita il giudizio, la rabbia o i sentimenti di inadeguatezza: possono esercitare pressione sulla persona fino all’orgasmo, il che può portare all’ansia e renderlo più difficile. Discuti invece se preferirebbero un approccio diverso al sesso.

E se non riesci a raggiungere l’orgasmo?

Non essere in grado di raggiungere l’orgasmo è un problema comune e può verificarsi per una serie di motivi. Alcune persone potrebbero non ricevere il giusto tipo di stimolazione durante il sesso, mentre altre potrebbero aver subito traumi legati al sesso. Altri potrebbero semplicemente non essere interessati.

Un’analisi del 2018 di 135 studi precedenti ha identificato diversi fattori che aumentano il rischio di disfunzione sessuale, tra cui:

  • problemi di relazione;
  • fatica;
  • problemi di salute mentale;
  • cattiva salute fisica;
  • problemi genito-urinari, come il dolore pelvico;
  • una storia di aborto;
  • una storia di mutilazioni genitali femminili;
  • abuso sessuale;
  • essere religioso, forse a causa della vergogna sessuale e dello stigma.

Lo stesso studio ha identificato diversi fattori di rischio modificabili che migliorano l’esperienza sessuale, tra cui:

  • esercizio;
  • affetto quotidiano da un partner;
  • un’immagine del corpo positiva;
  • educazione sessuale;
  • comunicazione intima con un partner.

La masturbazione può aiutare una persona a trovare ciò che le fa sentire bene. Alcune altre strategie che potrebbero aiutare includono:

  • usare lubrificanti sessuali per rendere il sesso più;
  • confortevole;
  • chiedere a un partner di stimolare la clitoride durante il sesso;
  • masturbarsi durante il sesso;
  • discutere di fantasie con un partner;
  • dire a un partner se qualcosa non si sente bene.

Il già citato studio del 2018 che ha confrontato la frequenza dell’orgasmo tra persone di vari orientamenti sessuali negli Stati Uniti ha rilevato che i seguenti comportamenti durante il sesso aumentano la probabilità che le donne abbiano un orgasmo:

  • baci profondi;
  • stimolazione genitale durante il rapporto vaginale;
  • sesso orale.

Se le strategie di auto-aiuto non funzionano, un medico specializzato in disfunzione sessuale potrebbe essere in grado di identificare un problema, se ce n’è uno.

Molti problemi medici possono rendere difficile avere un orgasmo, tra cui:

  • una mancanza di lubrificazione;
  • squilibri ormonali;
  • dolore pelvico;
  • disfunzione muscolare;
  • una storia di trauma.

Quando traumi o problemi di relazione rendono difficile avere un orgasmo, o quando una persona si vergogna del sesso o dei propri desideri, la consulenza individuale o di coppia può aiutare.

Ricapitolando.

Una seria ricerca scientifica sull’orgasmo femminile è relativamente recente. Anche alcuni medici possono ancora credere ai miti sull’orgasmo femminile o pensare che non sia importante per l’esperienza sessuale femminile.

Ciò significa che molte persone potrebbero avere problemi ad accedere a informazioni affidabili sugli orgasmi.

Un professionista medico competente e compassionevole può aiutare una persona a comprendere il processo dell’orgasmo e identificare potenziali ostacoli alla soddisfazione sessuale.

Non esiste un modo giusto per raggiungere l’orgasmo né un modo corretto di sentire il sesso. Le persone dovrebbero perseguire ciò che è bene per loro.

Servizio a cura di Zawn Villines (Medical News Today) e liberamente tradotto da Angelo Riky Del Vecchio.

Leggi anche:

Vagina: anatomia di un organo.

Pene: anatomia di un organo.

Clitoride: anatomia di organo femminile, funzioni e problematiche.

Imene: funzioni di una membrana che da sola non è in grado di evitare gravidanze.

3 COMMENTS

Comments are closed.