Pubblicità

Metadone: che cos’è e quando si usa? Quali effetti ha? Tutte le risposte sul farmaco sostitutivo degli oppiacei.

Il metadone è un farmaco di sintesi, ovvero non di origine naturale, appartenente alla classe degli analgesici oppioidi.

Indicazioni per l’uso.

Il metadone viene usato sia come analgesico solo in caso di dolore severo in pazienti che non rispondono ai farmaci analgesici, quali FANS o oppioidi minori, sia come sostitutivo delle sostanze di origine oppiacea.

Tale farmaco ha un ruolo fondamentale, invece, per il trattamento di disintossicazione da sostanze stupefacenti, esso infatti serve per controllare e ridurre i sintomi della sindrome da astinenza.

Le vie di somministrazione sono:

  • Orale: Sotto forma di soluzione orale o sciroppo;
  • Parenterale: sotto forma di soluzione iniettabile.

Usualmente si somministra per via orale in pazienti con dipendenza da oppioidi, per ridurre i sintomi della sindrome da astinenza, iniziando da una dose proporzionata al consumo di oppiacei che poi potrebbe essere gradualmente aumentata o diminuita in base all’andamento clinico.

L’obiettivo terapeutico risulta essere di tipo riabilitativo attraverso la descalation farmacologica.

Si predilige questa via di somministrazione in quanto possiede una durata d’azione più lunga e più efficacie.

Avvertenze.

Il metadone può causare dipendenza fisica e psichica.

Non deve essere usato in caso di:

  • Ipertensione endocranica;
  • Patologie respiratorie.

Invece bisogna porre particolare attenzione nella somministrazione di metadone in:

  • Pazienti affetti da ipovolemia;
  • Pazienti già in trattamento con farmaci neurolettici o anestetici;
  • Pazienti che necessitano di farmaci antagonisti dei recettori oppioidi.

I comportamenti da evitare, in caso di assunzione di metadone, sono:

  • Guidare veicoli e usare macchinari;
  • Assumere alcol;
  • Bere succo di pompelmo.

Chi fa uso di metadone risulta positivo ai test antidoping. Il DPR 309/90 include il metadone nei farmaci stupefacenti di cui è obbligatoria la conservazione sotto chiave e il registro di carico/scarico.