Centrale Unica di Emergenza del Trentino: oltre a Medici e Infermieri ora arrivano gli OSS.

Il servizio emergenza 112 (ex-118): spesso gli Infermieri della TAV non possono farne a meno, anche per tutelarsi dal punto di vista legale.

? Leggi ? Anche gli Operatori Socio Sanitari nella riorganizzazione della Centrale Unica di Emergenza del Trentino. Non ci saranno solo Medici e Infermieri.

L’Organizzazione della Centrale Unica di Emergenza del Trentino prevede la presenza di Operatori Socio Sanitari (OSS) nel suo organico. Si occuperà di attività prevalentemente tecnico-sanitarie e di logistica. Non è permesso alcun intervento di natura sanitaria. Pertanto non potrà sostituire mai Medici e Infermieri.

Organizzazione.

L’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia Centrale unica di emergenza in Trentino istituita ai sensi dell’articolo 23 della legge provinciale 1 luglio 2011, n. 9 prevede che all’Agenzia spettino le seguenti funzioni:

  1. espletamento del servizio continuato di ricezione degli allarmi e delle richieste di soccorso tecnico e sanitario urgenti al Numero Unico di emergenza e di smistamento alle strutture deputate all’effettuazione delle attività di soccorso;
  2. nel caso di incendi e di calamità, allertamento delle strutture operative della protezione civile competenti in relazione alla tipologia, localizzazione, estensione, intensità e complessità dell’evento.

L’Agenzia è dotata di autonomia amministrativa, tecnica e operativa, ed è sottoposta al potere di direttiva, di indirizzo, sostitutivo e di controllo della Giunta provinciale.

Avanguardia.

Per molti versi la Centrale di Trentino Emergenza presenta aspetti innovativi ed assolutamente all’avanguardia rispetto ad altre realtà. In linea con quanto previsto dalla normativa europea e nazionale, e dai decreti attuativi provinciali (deliberazione n 1564 del 24 agosto 2018 avente come oggetto: Direttive concernenti le regole di comunicazione del numero unico europeo di emergenza 112 (Uno Uno Due), le caratteristiche e le modalità di utilizzo del logo), è già attivo il numero unico per le emergenze, che presto sarà 112 in tutta Europa..

Efficienza.

Il caso dell’escursionista francese disperso di recente nel Cilento e ritrovato dopo 10 giorni senza vita ha sollevato il problema della localizzazione delle chiamate che arrivano in Centrale. A Trento l’individuazione del luogo della chiamata è automatico, la geolocalizzazione avviene in tempo reale durante la chiamata di emergenza, c’è anche un’app per smartphone che permette di trovare persone con grande precisione. Il servizio è attivo da ormai un anno e mezzo e la tecnologia consente l’individuazione delle chiamate in tempo reale. Nel momento in cui il chiamante inoltra la chiamata al 112 trasmette in contemporanea alcuni dati utili all’identificazione, che avviene sul monitor dell’operatore che risponde. L’app si chiama where are u? E la sua installazione offre diversi vantaggi:

Inclusione di tutte le figure professionali.

Di recente, sulla base di un progetto che prevede la riorganizzazione interna del servizio in un’ ottica di massima efficienza e razionalità nell’utilizzo delle risorse, è stata indetta una selezione interna all’Azienda Sanitaria per la copertura di posti nel profilo professionale di operatore tecnico specializzato categoria Bs addetto alla centrale operativa Trentino Emergenza – Settore Gestione dei Trasporti Sanitari Programmati.

Cosa fa l’Operatore:

  • Raccoglie e gestisce le richieste di trasporto sanitario, pervenute sia telefonicamente (utenti e servizi) che tramite il programma informatico.
  • Risponde alle chiamate in arrivo alla COP nel settore “programmato”.
  • Organizza i trasporti sanitari individuando le risorse disponibili .
  • Si confronta con i colleghi delle postazioni periferiche di Trentino Emergenza.
  • Aggiorna le liste delle risorse disponibili, Attiva e gestisce gli equipaggi preposti al trasporto.
  • Documenta la gestione dei trasporti nel programma informatico.
  • Pianifica le attività del giorno successivo, assegnando l’evento e verificando che le risorse disponibili siano sufficienti per soddisfare le richieste e validando i moduli cumulativi di riferimento.
  • Redige il foglio cumulativo informatico necessario per la programmazione dei viaggi del giorno successivo.
  • Invia alle associazioni operanti nel Distretto di Trento il foglio cumulativo del giorno successivo;
  • Interagisce con i colleghi per ottimizzare la gestione delle risorse (associazione di pazienti e missioni anche assegnate a postazioni diverse).
  • Raccoglie le problematiche legate ai trasporti e collabora per la loro risoluzione .
  • Interagisce con il settore dell’urgenza / emergenza per la gestione dei mezzi (Recupero/cessione di risorse dedicate al servizio programmato in caso di impegno delle risorse dedicate ai servizi urgenti/emergenti) qualora necessario.
  • Utilizza il sistema informativo in uso presso la Centrale Operativa di Trentino Emergenza.
  • Compila ed invia (alle Associazioni interessate e in Sergreteria TE) i moduli per le richieste estemporanee di servizio.
  • Archivia la documentazione quotidiana.

Le conoscenze richieste sono:

  • Conosce la normativa di riferimento.
  • Conosce la procedure “Indicazioni per la programmazione dei trasporti sanitari non urgenti”.
  • Conosce i territori di competenza delle varie postazioni/associazioni di volontariato.
  • Conosce l’applicativo EMMA.

I requisiti specifici per l’accesso alla selezione sono:

  1. inquadramento a tempo indeterminato presso l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento in uno dei seguenti profili professionali: Operatore tecnico specializzato (cat. Bs) – autista di ambulanza ovvero Operatore socio sanitario (OSS) ovvero Coadiutore amministrativo esperto (cat. Bs) questo requisito sarà verificato d’ufficio;
  2. anzianità di servizio di almeno due anni in un profilo professionale di quelli indicati al punto 1) acquisita in aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale.

Fonti:

APP 112 – l’applicazione per smartphone per le chiamate d’emergenza. Perchè utilizzarla?

DPR 27 marzo 1992 Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza pubblicato sulla G.U. n. 76 del 31/3/92 – Serie Generale;

LEGGE PROVINCIALE 1 luglio 2011, n. 9 Disciplina delle attività di protezione civile in provincia di Trento;

Reg.delib.n. 450 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE: Legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3 “Norme in materia di autonomia del Trentino”.

Approvazione della modifica all’atto organizzativo concernente le attribuzioni del Dipartimento protezione civile.

Approvazione dell’atto organizzativo di soppressione dell’Agenzia denominata “Centrale Unica di Emergenza”.

Istituzione del Servizio “centrale unica di emergenza” da incardinarsi presso il Dipartimento protezione civile. Reg.delib.n. 1634 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Approvazione dell’atto organizzativo dell’Agenzia denominata Centrale unica di emergenza (CUE) ai sensi della legge provinciale 1 luglio 2011, n. 9 “Disciplina delle attività di protezione civile in provincia di Trento”.

Disposizioni sull’attivazione, l’organizzazione e il funzionamento della stessa. Reg. delib. n. 1564 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Direttive concernenti le regole di comunicazione del numero unico europeo di emergenza 112 (Uno Uno Due), le caratteristiche e le modalità di utilizzo del logo. https://www.apss.tn.it/concorsi-selezioni-in-atto (bando).

Potrebbe interessarti...