histats.com
domenica, Aprile 14, 2024
HomeIn evidenzaCarceri. A rischio l'assistenza: Infermieri in burnout, sotto-organico e con avvisi di...

Carceri. A rischio l’assistenza: Infermieri in burnout, sotto-organico e con avvisi di garanzia. ASL corre ai ripari.

Pubblicità

Carceri. A rischio l’assistenza nei tre istituti penitenziari in provincia di Foggia: Infermieri in burnout, sotto-organico e con avvisi di garanzia. ASL corre ai ripari.

Nei tre carceri della provincia di Foggia manca personale infermieristico ed è a rischio l’assistenza ai detenuti. L’Azienda Sanitaria Locale, titolare per competenza, però corre ai riparti e chiede il supporto del personale in servizio in altri ambiti assistenziali. Rispondono in tanti, ma resta ad oggi solo una soluzione tampone. Prima o poi, soprattutto in occasione delle festività natalizie, ci saranno meno Infermieri in servizio. Ecco perché servono assunzioni immediate dal Mega-Concorso pugliese o un Avviso Pubblico ad hoc.

Ad oggi il personale in servizio nei carceri foggiani sarebbe circa il 50% di quello effettivamente in pianta organica (in più diversi colleghi sono in malattia o in infortunio ed altri in evidente burnout). Quelli in servizio, secondo alcune indiscrezioni, devono gestire circa 650 detenuti e non ce la fanno umanamente parlando.

Emiliano e Palese nicchiano.

Michele Emiliano, governatore della Regione Puglia, e Rocco Palese, assessore alla sanità presso lo stesso Ente, continuano a nicchiare e a fare annunci che poi non si tramutano in stabilizzazioni e assunzioni concrete.

La carenza di personale.

La situazione delle carceri di Capitanata è identica in tutta la Puglia. Nelle strutture carcerarie manca personale infermieristico oramai in maniera cronica. Ecco perché da più parti sono partite richieste di attingere alla graduatoria del Mega-Concorso attraverso l’assunzione a tempo indeterminato di Infermieri da adibire allo scopo. In alternativa andrebbe bene anche un Avviso Pubblico, ma resterebbe sempre una soluzione momentanea.

Il carcere è territorio.

Per correttezza d’informazione è necessario spiegare che le carceri in Puglia e nel resto d’Italia sono intesi come territorio e come tale sono gestiti.

I sindacati restano in silenzio.

E’ sconcertante a tal proposito lo strano silenzio dei sindacati, che continuano a pensare esclusivamente alle stabilizzazioni (che saranno avviate a breve, che si protrarranno per i prossimi 36 mesi e che risolvono il problema dei soli precari) e non all’assunzione di personale (che servirebbe ad integrare piante organiche oramai all’osso).

Le indagini della Procura di Foggia dopo la morte di un carcerato mandano in tilt gli Infermieri in turno.

Come riferiscono i colleghi de La Gazzetta del Mezzogiorno sono “tredici indagati per la morte di Osama Paolo Harfachi, 30 anni, foggiano di origini marocchine, arrestato il 13 ottobre scorso con l’accusa di aver compiuto una rapina in una tabaccheria in via Trento, a Foggia, e trovato morto nel letto della sua cella la mattina del 18 ottobre”.

Gli indagati sono un detenuto di Taranto sospettato di aver ceduto droga al 30enne (per spaccio e morte come conseguenza di altro delitto), sette agenti della polizia ferroviaria di Foggia che arrestarono il presunto rapinatore dopo un lungo inseguimento (per i quali si ipotizza l’omicidio preterintenzionale), e cinque dipendenti del carcere in servizio nell’infermeria per i quali l’ipotesi di reato è di omicidio colposo e lesioni in ambito sanitario. Per tutti sono giunti avvisi di garanzia da parte della Procura di Foggia.

Leggi anche:

Infermieri e OSS delle Carceri: manca il 50% del personale. Professionisti al collasso e detenuti senza cure.

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394