histats.com
lunedì, Agosto 15, 2022
HomeInfermieriBottega (Nursind): "cosa fa l'Aran prende in giro gli Infermieri? Non valorizzate...

Bottega (Nursind): “cosa fa l’Aran prende in giro gli Infermieri? Non valorizzate professionalità acquisite durante la Pandemia”.

Pubblicità

La Pandemia Covid non ha insegnato nulla a Governo e agenzia ARAN. Andrea Bottega di Nursind punta il dito: “Infermieri penalizzati dal nuovo CCNL, altro che valorizzazione professionale; calano indennità”.

Il Governo e l’agenzia da esso delegata alla contrattazione collettiva nazionale di lavoro (ARAN) continuano a prendere in giro gli Infermieri e gli Infermieri Pediatrici Italiani? Il dubbio c’è ed è stato espresso caldamente nei giorni scorsi dal segretario generale del sindacato Nursind, Andrea Bottega.

“L’impressione è che questo nuovo contratto, specie per la parte economica, non valorizzi la professionalità raggiunta dagli infermieri ed il ruolo che hanno assunto nei momenti più critici della pandemia – spiega Bottega alla stampa – il nuovo contratto risulta penalizzante anche per chi lavora in particolari servizi come malattie infettive, intensive e sub-intensive, nefrologia e dialisi e via discorrendo. Per costoro, l’indennità oggi, pari a 103 scende a 90 euro”.

Secondo Nursind vengono penalizzate, ad esempio, le indennità di turno festivo e di turno notturno (il cosiddetto “disagio”). I professionisti della salute non medici nei turni 22-6 e le 6 ore del turno successivo percepiranno 3,25 euro lordi di indennità. Per il servizio svolto durante le festività l’indennità sarà di 1,50 euro lordi. In pratica accadrà che rispetto ai 17,50 euro lori odierni percepiranno appena 10 euro lordi a turno. Una vera vergogna!

Leggi anche:

Cos’è ARAN? Come funziona la Contrattazione del CCNL, spiegata in maniera semplice.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394