histats.com
lunedì, Novembre 28, 2022
HomeIn evidenzaASL di Foggia. Bastano 4 Infermieri di Famiglia e 1 Centrale operativa...

ASL di Foggia. Bastano 4 Infermieri di Famiglia e 1 Centrale operativa per controllare a distanza un territorio di 61 Comuni.

Pubblicità

Nel Foggiano, grazie all’ASL, 4 Infermieri di Famiglia, 1 Coordinatore e 1 Centrale Operativa Territoriale (COT) sono in grado di controllare una provincia di 61 comuni. Nello stesso territorio vi è il progetto della RSA diffusa e domiciliare (Il Borgo della Salute).

Grazie a Report, storica trasmissione di approfondimento giornalistico RAI, sta emergendo a livello nazionale una realtà assistenziale che fa invidia alle più blasonate aziende sanitarie del Nord italia. E invece la realtà è tutta pugliese, dell’Azienda Sanitaria Locale di Foggia, che grazie a 4 Infermieri di Famiglia, un Coordinatore Infermiere e ad una Centrale Operativa Territoriale (COT) riesce a gestire a distanza circa 200 Pazienti cronici e fragili.

E’ una realtà pilota da cui dovrebbero imparare tante ASL. Grazie alle nuove tecnologie oggi è possibile tenere monitorati Pazienti ubicati in una vasta area, ad esempio come quella della provincia di Foggia, composta da 61 comuni, di cui oltre il 65% ubicata si territorio collinare o di montagna.

Nel servizio di Report viene presentato il progetto-pilota realizzato a San Marco in Lamis durante la fase più cruenta della Pandemia Covid ed ancora fortemente in essere. L’ospedale è stato portato per la prima volta al domicilio dell’assistito. Grazie ad apparecchiature non necessariamente complicate da utilizzare e a specifici software di interscambio delle informazione è stato possibile ed è possibile monitorale i Parametri Vitali in tempo reale (e pertanto allertare Guardia Medica, Servizio Emergenza Territoriale 118 o Medici di Famiglia) ed eseguire a distanza piccole manovre assistenziali, con l’aiuto dello stesso utente o del suo care-giver.

Sempre nello stesso territorio alcuni privati, con il coordinamento progettuale del gruppo AssoCare e dell’Auser, si ha l’intenzione di creare una Residenza Sanitaria Assistenziale Domiciliare e Diffusa (RSADD) o Borgo della Salute di cui abbiamo già riferito in un precedente servizio.

Residenza Socio Sanitaria Assistita Diffusa e Domiciliare (RSADD): nasce progetto in piccolo comune in Puglia. Sarà a Gestione Infermieristica.

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394