Pubblicità

Non ce l’ha fatta Ottavio De Fazio, 49 anni, Infermiere Militare di origini pugliesi e professionista impegnato contro il Coronavirus. Lo schianto con la sua Yamaha è stato fatale.

E’ stato un tragico incidente in moto a togliere la vita al 49enne Ottavio De Fazio, Infermiere Militare impegnato a Piacenza contro il Coronavirus. Era di stanza presso il 235mo Reggimento ‘Piceno’ di Ascoli, dove svolgeva il ruolo di Infermiere e di Sottufficiale (Luogotenente).

E’ deceduto ieri mattina dopo lo schianto avvenuto intorno alle ore 10.30 lungo la Strada Statale n. 5 Tiburtina Valeria, tra Raiano e Castelvecchio Subequo (L’Aquila). Era in compagnia di amici.

Per cause sconosciute ha perso il controllo del mezzo ed è finito dritto contro un Guard Rail cadendo rovinosamente a terra sull’asfalto rigido. A nulla sono serviti i soccorsi e l’intervento tempestivo di Medici e Infermieri del Servizio 118.

Lascia la moglie e un figlio di 18 anni. Aveva lavorato a Piacenza contro il Covid-19 ed aveva preso parte a diverse missioni di pace all’estero.

Era Originario di Manduria (Taranto). Lo piangono i familiari, gli amici e tutti i colleghi che lo apprezzavano per la sua dedizione al lavoro e per il suo coraggio.

Non si arrendeva mai, non si è arreso nemmeno contro il Covid, ora una tragica fatalità lo ha costretto all’ultimo viatico verso l’aldilà.

Buon viaggio Ottavio.