Pubblicità

Non ce l’ha fatta Paola Cavallini, Infermiera di 58 anni, uccisa dal Coronavirus. A lutto l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pisa.

Non ce l’ha fatta Paola Cavalli, Infermiera di 58 anni, uccisa dal Covid-19. Si era infettata qualche settimana fa di Coronavirus, poi le sue condizioni cliniche sono lentamente peggiorate, fino al decesso.

La collega lavorava presso l’ospedale Lotti di Pontedera. Negli anni aveva assunto diversi incarichi. Viveva a Montecalvoli di Santa Maria a Monte.

Il suo decesso è avvenuto nel giorno di Capodanno, dopo che a metà dicembre era risultata positiva al Coronavirus.

Una famiglia di Infermieri la sua, da tutti riconosciuta come professionista seria e preparata.

Così la descrivono i colleghi di Ilcuoioindiretta.it: “la ricordano così oggi i colleghi, compresi quelli del sindacato Nursind di Pisa, stretti oggi attorno al figlio della donna, infermiere anche lui e al cognato Emiliano Carlotti, presidente dell’ordine degli infermieri di Pisa”.

“Chi ha avuto la fortuna di conoscerla – ricorda la sua azienda sanitaria – e di lavorare con lei, la ricorda come una persona speciale, sempre disponibile con tutti, in particolare con gli utenti che giornalmente la contattavano, lo dimostrano i tanti ringraziamenti che riceveva, l’ultimo terminava con: ‘Signora Cavallini, La ringrazio ancora per la sua professionalità e per come si prende cura degli utenti, cosa davvero non scontata. Un caro salutò. E’ oggi grande lo sconforto fra i colleghi dell’Urp, tra gli infermieri e tra i colleghi tutti. La direzione dell’ospedale e la direzione aziendale porgono le condoglianze alla famiglia e si uniscono al dolore degli operatori dell’ospedale che in poco tempo si sono visti portare via due persone non comuni come Paola Cavallini e Ciro Rossi“.

Leggi anche:

Coronavirus. Tutti gli Infermieri morti per Covid-19. Oltre 28.000 contagiati sul lavoro.

1 COMMENT

Comments are closed.