Dom. Lug 14th, 2024

Gli infermieri specializzati nella cura delle ferite (Wound Care) giocano un ruolo cruciale nel trattamento acuto delle lesioni da stravaso nei neonati. Le medicazioni a membrana polimerica stanno emergendo come una soluzione innovativa ed efficace per gestire queste lesioni.

Rischi di lesioni iatrogene

I pazienti ospedalizzati di tutte le età sono a rischio di lesioni iatrogene. Le lesioni da stravaso e l’infiltrazione endovenosa periferica (PIVIE) sono tra le lesioni iatrogene più comuni in ospedale, potenzialmente causando deturpazione a lungo termine o perdita di funzionalità. La somministrazione di fluidi e farmaci attraverso cateteri endovenosi periferici (PIV) è comune, ma non priva di rischi significativi se i fluidi fuoriescono nel tessuto circostante.

PIVIE nei neonati

I pazienti pediatrici, in particolare i neonati, sono esposti a un rischio maggiore di lesioni correlate a PIVIE. Le caratteristiche peculiari dei neonati, come la pelle immatura e i tessuti sottocutanei fragili, rendono la gestione delle PIVIE particolarmente impegnativa.

  1. Pelle immatura e fragilità: La pelle e i tessuti sottocutanei dei neonati sono molto più fragili rispetto ai bambini più grandi e agli adulti.
  2. Difficoltà di valutazione: La valutazione frequente dei siti dei dispositivi di accesso venoso è più impegnativa nei neonati.
  3. Comunicazione del dolore: I neonati non possono comunicare efficacemente il dolore, che può essere un indicatore precoce di complicazioni.

Segni e sintomi delle lesioni da stravaso

I primi segni di infiltrazione o stravaso possono includere edema, eritema, cambiamento di temperatura e dolore nel sito del dispositivo endovenoso. Se non rilevati precocemente, possono verificarsi danni più gravi come pallore, colorazione scura, formazione di bolle ed edema estremo.

Trattamento delle PIVIE

Le opzioni di trattamento per le lesioni da stravaso variano ampiamente. Tra le raccomandazioni per il trattamento acuto delle PIVIE vi sono l’aspirazione del liquido infiltrato, la rimozione del dispositivo e l’elevazione dell’estremità. L’uso di antidoti come la ialuronidasi per la dispersione del fluido infiltrato è consigliato, se somministrato entro 12 ore dall’evento.

Un nuovo approccio: medicazioni a membrana polimerica

Le medicazioni a membrana polimerica rappresentano una categoria unica di medicazioni per ferite, dimostrando di ridurre l’edema e l’infiammazione dei tessuti. Queste medicazioni, prive di farmaci, hanno anche dimostrato di ridurre il dolore.

Caso di studio

Un caso di studio ha descritto l’uso di medicazioni a membrana polimerica su un neonato di 4 settimane con una lesione da stravaso contenente dopamina e vasopressina. L’area interessata mostrava una colorazione viola scuro senza lesioni aperte. La medicazione a membrana polimerica è stata applicata e lasciata in sede per diversi giorni, cambiata solo quando necessario. Il trattamento ha portato a una guarigione completa senza progressione verso escara o ferite a tutto spessore, dimostrando l’efficacia di questo approccio.

Conclusioni

Questo caso di studio evidenzia l’esito positivo di un neonato trattato con medicazioni a membrana polimerica, suggerendo che queste medicazioni possano essere una valida opzione per il trattamento acuto delle lesioni da stravaso. Le proprietà di riduzione dell’edema, infiammazione e dolore delle medicazioni a membrana polimerica meritano ulteriori studi come opzione terapeutica per queste lesioni.

Autore: Elizabeth Day Dechant, BSN, RN, CWOCN
Infermiera certificata per la continenza della stomia presso Children’s of Alabama, specializzata nella gestione delle ferite e nell’educazione del personale sanitario.

Note

  1. Hackenberg RK, Kabir K, Kottke A, Heydweiller A, Burger M, Welle K. “Extravasation injuries to the limbs in neonates and children – development of a treatment algorithm.” Dtsch Arztebl Int. 2021;118:547-54.
  2. Odom B, Lowe L, Yates C. “Peripheral Infiltration and Extravasation Injury Methodology: A Retrospective Study.” J Infus Nurs. 2018;41(4):247-252.
  3. Dufficy M, Takashima M, Corbett J, et al. “Extravasation injury management for neonates and children: A systematic review and integrated case series.” J Hosp Med. 2022;17:832-842.
  4. Corbett M, Marshall D, Harden M, Oddie S, Phillips R, McGuire W. “Treatment of extravasation injuries in infants and young children: a scoping review and survey.” Health Technol Assess. 2018;22(46):1-112.
  5. Children’s Hospitals’ Solutions for Patient Safety Network (SPS Network). Agency for Healthcare Research and Quality; 2017. Accessed February 1, 2023. https://www.ahrq.gov/workingforquality/priorities-in-action/sps-network.
  6. Dechant ED. “Considerations for Skin and Wound Care in Pediatric Patients.” Phys Med Rehabil Clin N Am. 2022;33(4):759-771.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *