histats.com
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSpecialistiEmergenza - UrgenzaViolenta aggressione a un infermiere del 118 a Foggia: UGL Salute alza...

Violenta aggressione a un infermiere del 118 a Foggia: UGL Salute alza la voce per la sicurezza degli operatori sanitari.

Pubblicità

Una brutale aggressione ha scosso la città di Foggia, mettendo in evidenza la vulnerabilità degli operatori sanitari sul campo. Un infermiere del 118 è stato vittima di un violento attacco mentre svolgeva il suo dovere, lasciando dietro di sé ferite fisiche e emotive.

In risposta a questo grave episodio, l’UGL Salute ha sollevato la questione della sicurezza degli operatori sanitari e ha chiesto azioni concrete per proteggere coloro che dedicano la propria vita a salvare gli altri.

Il caso.

L’aggressione si è verificata mentre l’infermiere del 118 e i suoi colleghi stavano assistendo un paziente al Policlinico Riuniti di Foggia. In un momento di estrema tensione, l’uomo soccorso si è scagliato contro l’infermiere, infliggendo pugni e schiaffi che hanno causato ferite giudicate guaribili in dieci giorni. Questo atto di violenza ha evidenziato la vulnerabilità degli operatori sanitari sul campo e ha sollevato interrogativi sulla loro sicurezza e protezione.

La reazione dell’UGL Salute.

In risposta a questa tragica aggressione, l’UGL Salute ha espresso la propria indignazione e ha sollevato la questione della sicurezza degli operatori sanitari. Gianluca Giuliano, segretario nazionale della UGL Salute, e Lorenzo Pellecchia, segretario provinciale di Foggia, hanno sottolineato l’importanza di proteggere i professionisti della salute e hanno chiesto azioni concrete per prevenire futuri attacchi.

Le implicazioni.

Questa aggressione non è un caso isolato, ma riflette una tendenza preoccupante di violenza contro gli operatori sanitari. Ogni giorno, migliaia di professionisti della salute rischiano la propria sicurezza per aiutare gli altri, eppure spesso sono esposti a situazioni di pericolo senza adeguata protezione. È imperativo che la società riconosca il valore e la dedizione di questi professionisti e si impegni a garantire un ambiente di lavoro sicuro e protetto per tutti.

Conclusioni.

L’aggressione subita dall’infermiere del 118 a Foggia è un tragico promemoria della vulnerabilità degli operatori sanitari sul campo. È ora che la comunità prenda posizione e si impegni a proteggere coloro che dedicano la propria vita a salvare gli altri. L’UGL Salute continuerà a lottare per la sicurezza e la protezione degli operatori sanitari, affinché nessuno debba mai affrontare la violenza sul posto di lavoro.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394