histats.com
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomePrimo PianoCronacaPresunto Infermiere Killer di Torremaggiore. Il suo legale: "somministrati solo farmaci indicati...

Presunto Infermiere Killer di Torremaggiore. Il suo legale: “somministrati solo farmaci indicati in terapia”.

Pubblicità

Si continua a discutere sul presunto Infermiere Killer di Torremaggiore. Il suo legale: “somministrati solo farmaci indicati in terapia”.

Ora l’Infermiere di 55 anni accusato di aver ucciso con benzodiazepine (in questo caso Midazolam) 16 Pazienti ricoverati presso l’Hospice di Torremaggiore (FG) si difende: “somministrati solo farmaci presenti in terapia”. A ribadirlo è il suo legale, Luigi Marinelli, che parla di capi di accusa non formulati dalla Procura della Repubblica di Foggia: “solo il Pubblico Ministero, in via provvisoria, ha formulato una contestazione del capo di imputazione, ovvero omicidio volontario continuato”.

Riesumazione di 16 salme.

Per questo motivo la Procura ha disposto la riesumazione delle 16 salme i cui decessi sono avvenuti tra il 14 novembre 2022 e il 16 febbraio scorso. Le prime 5 riesumazioni sono avvenute lo scorso 26 aprile; sui cadaveri sono state eseguite le autopsie. Le prossime esumazioni saranno effettuate il 2 e il 5 maggio. Gli esiti degli esami biologici si conosceranno solo tra 90 giorni.

Segnalazione di qualche collega indispettito?

La denuncia è partita da una segnalazione interna alla struttura. Sul punto l’avvocato Marinelli precisa: “Ci siamo fatti tante domande su chi possa aver sporto denuncia. Il mio assistito ha escluso i familiari dei degenti perché non ha mai trovato parenti che contestassero il suo operato. Sono valutazioni soggettive che possono nascere da qualche screzio con qualche altro collega”.

L’Infermiere ha fatto solo il suo lavoro da professionista somministrando la terapia indicata in cartella.

Alla domanda se avesse somministrato dosi superiori del farmaco, il legale ha affermato: “Lui ha sempre rispettato il cosiddetto foglio unico di terapia, che è quel foglio dove il medico prescrive la terapia per ogni singolo malato. Ha rispettato quello che leggeva”.

Trasferito in altro servizio.

Intanto l’Asl di Foggia ha provveduto a trasferire l’infermiere in un altro ambulatorio della provincia di Foggia. “Il mio assistito lavorava a Torremaggiore dal 2021 ed è infermiere dal 1997. Attualmente è stato trasferito ma non ha più contatti con malati terminali” – aggiunge il legale.

Assolto da accusa di furto su Paziente.

L’infermiere nel 2020 è stato denunciato dai familiari di una paziente per furto di una collana in oro. “Due settimane fa è stato assolto con formula piena”, conclude l’avv. Marinelli.

Leggi anche:

Infermiere Killer in Puglia? Parla il suo legale: “il mio assistito resta fiducioso nel buon esito delle indagini”.

Infermiere accusato di aver ucciso 16 Pazienti terminali. Scatta indagine della Procura di Foggia.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394