histats.com
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSpecialistiApp e Nuove tecnologieL'Infermiera, la nuova serie di Netflix ispirata ad una storia vera strega...

L’Infermiera, la nuova serie di Netflix ispirata ad una storia vera strega il piccolo schermo.

Pubblicità

L’Infermiera (titolo originale The Nurse), la nuova serie di Netflix ispirata ad una storia vera di delitti in ospedale strega il piccolo schermo.

La storia è quella di una Infermiera veterana, affetta da sindrome istrionica di personalità, e una collega neo-assunta, con il vizio dell’investigazione. La seconda scopre dopo una serie di indagini sul campo che la prima, venerata da tutti in ospedale, era in realtà una killer spietata.

Qua è prevista la visualizzazione di un video Youtube, ma non può essere visualizzato perché non hai dato il consenso all'istallazione dei cookie di tipo Marketing. Se vuoi visualizzare questo video devi dare il consenso all'installazione dei cookie Marketing. Vai nelle Impostazioni cookie e abilita i cookie Marketing.

Ispirato al volume The Nurse: Inside Denmark’s Most Sensational Criminal Trial.

I fatti narrati nella mini-serie in onda in questi giorni su Netflix sono tratti direttamente dal libro The Nurse: Inside Denmark’s Most Sensational Criminal Trial scritto da Kristian Corfixen e diventato presto un best seller in Danimarca e nel resto del mondo.

La trasposizione in video di Kasper Barfoed.

La mini-serie è composta da 4 episodi ed è stata ideata da Kasper Barfoed, che da poco ha debuttato sulla famosa piattaforma streaming americana. La storia de L’Infermiera (The Nurse) è attualmente al secondo posto delle serie televisive più viste del servizio on demand. E’ fatta molto bene ed è attenta anche sul lato scientifico.

Tratta da una storia vera.

L’Infermiera, come dicevamo, trae ispirazione dalla cronaca, riprendendo fatti che sono realmente accaduti e che fanno tornare alla memoria i casi di decessi sospetti avvenuti in Danimarca qualche tempo fa. La responsabile, una Infermiera Killer, è stata arrestata e sta scontando ancora la pena in carcere. La mini-serie, prodotta da SAM Productions, ha visto la luce per la prima volta sulla piattaforma del piccolo schermo il 27 aprile 2023.

La trama.

La mini-serie vede come protagoniste due infermiere di un ospedale danese. Tutto comincia con Pernille Kurzmann (Fanny Louise Bernth) che inizia per la prima volta il suo lavoro e conosce una sua collega decisamente molto talentuosa e apprezzata da tutti: Christina Aistrup Hansen (Josephine Park).

La coppia è talmente affiatata che viene subito soprannominata Dream Team (Squadra da sogno) perché riesce a salvare un paziente in arresto cardiaco.

Dalla prima puntata si evince già, tuttavia, che Pernille si rende conto che rimanere con Christina a lavorare durante i turni notturni non è mai una scelta tranquilla. Infatti, qualcosa non va ed ha dei sospetti rispetto ad un Paziente deceduto.

La storia, dicevamo, trae ispirazione da una vicenda realmente accaduta e molto fedele ai fatti veri che hanno portato agli onori delle cronache il Nykøbing Falster Hospital. Il continuo lavorare assieme ha portato Pernille a svelare il mistero: Hansen durante la notte somministrava segretamente Diazepam e Morfina ai pazienti che versavano in gravi condizioni di salute.

Dalla serie emerge che dopo la scoperta dei delitti, l’arresto e la condanna di Christina improvvisamente tutti i colleghi, medici ed infermieri, che fino a quel momento la difendevano a spada tratta e quasi la osannavano ora, nutrivano dubbi su di lei da diverso tempo.

La storia vera e il processo.

Dopo un regolare processo, durato quasi un mese, che ha coinvolto più di 70 testimoni, Hansen è stata condannata all’ergastolo per gli omicidi dei pazienti Viggo Holm Petersen, Anna Lise Poulsen e Arne Herskov, e per il tentato omicidio di Maggi Margrethe Rasmussen.

Però, visto che non si poteva escludere che altri fattori avessero portato al decesso degli Assistiti, è stata condannata solo per quattro capi di imputazione per tentato omicidio in appello.

La condanna di Hansen è stata commutata a 12 anni nel 2017 e le è stata anche revocata la licenza per esercitare la professione infermieristica. Resterà in carcere fino al 2028, mentre Pernille è rimasta l’unica Infermiera a lavorare presso il Nykøbing Falster Hospital, tutti gli altri colleghi per un motivo o per un altro sono andati via.

Un film-documentario che sta stregando gli italiani.

Anche se è stato girato per essere una mini-serie con tutti i crismi, L’Infermiera, se vista attentamente, è un vero e proprio documentario che analizza e mette in luce tutte le dinamiche della vicenda che ha sconvolto i danesi, divisi tra chi ama ancora Christina e chi enfatizza l’eroina Pernille. Un fatto di cronaca che sta stregando anche gli Italiani e che mette in luce una sindrome psichiatrica spesso sottovalutata, l’Istrionismo di personalità.

Assolutamente da vedere e tutta d’un fiato!

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394