histats.com
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomePrimo PianoCronacaInfermiere avvelena colleghi con psicofarmaco: arrestato domiciliari.

Infermiere avvelena colleghi con psicofarmaco: arrestato domiciliari.

Pubblicità

Un infermiere è stato posto agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta “Malori al 118”, accusato di aver avvelenato sette colleghi con uno psicofarmaco.

I fatti.

Tra la fine di agosto e ottobre 2023, sette dipendenti della Centrale operativa del 118 di Bologna sono stati colpiti da malori improvvisi, svenimenti, torpori e vomito. Le analisi hanno rivelato la presenza di uno psicofarmaco, la clotiapina, nelle loro urine, portando all’apertura di un’indagine contro un collega per lesioni colpose.

Le indagini.

Le indagini, condotte dai Carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria del Tribunale e del Nas di Bologna, hanno portato alla luce un quadro inquietante. L’infermiere indagato avrebbe somministrato la clotiapina ai suoi colleghi mescolandola a bevande o alimenti. I malori si verificavano sempre dopo l’assunzione di cibi o bevande, e le dichiarazioni delle vittime hanno confermato la presenza dell’arrestato in occasione di diversi episodi di intossicazione.

Motivazioni.

Le motivazioni del gesto sono ancora da chiarire. Secondo alcune ipotesi, l’infermiere avrebbe agito per rancore o per sadismo, mentre altri ipotizzano che volesse mettere fuori gioco i colleghi per assumere il controllo della Centrale operativa.

Le conseguenze.

I malori hanno avuto un impatto significativo sulla vita delle vittime, alcune delle quali hanno dovuto affrontare conseguenze fisiche e psicologiche importanti. L’episodio ha inoltre creato un clima di terrore all’interno della Centrale operativa, con molti dipendenti che temevano per la propria incolumità.

L’arresto e le accuse.

L’infermiere è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari con l’accusa di atti persecutori e lesioni personali aggravate. Le indagini proseguono per accertare le sue responsabilità e per ricostruire i fatti nel dettaglio.

Riflessioni

Questo caso sconvolgente solleva interrogativi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e sulla tutela della salute dei lavoratori. È necessario rafforzare i controlli e le misure di prevenzione per evitare che simili tragedie si ripetano.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394