histats.com
mercoledì, Giugno 23, 2021
Pubblicità
HomeIn evidenzaFIALS Ferrara: "la situazione COVID in Provincia si aggrava rapidamente, occorre intervenire".

FIALS Ferrara: “la situazione COVID in Provincia si aggrava rapidamente, occorre intervenire”.

Mirella Boschetti, segretaria provinciale della FIALS di Ferrara, alza la voce sulla gravità dell’Emergenza Covid nella sua area di competenza.

Lo fa indirizzato ai vertici delle aziende sanitarie pubbliche ferraresi e ai responsabili amministrativi della Regione Emilia Romagna una dura missiva in cui sottolinea la gravità di una situazione infettiva ormai fuori controllo. La Pandemia da Coronavirus sta mettendo in ginocchio non solo i Pazienti, ma anche Medici, Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie che ormai non ce la fanno più a combattere una guerra impari contro una burocrazia rallentante e un contagio fuori misura.

La missiva della FIALS di Ferrara indirizzata a vertici delle aziende sanitarie e regionali emiliano-romagnole: “La situazione COVID in Provincia si aggrava rapidamente”

Nella nostra Provincia aumentano del 40% rispetto la settimana scorsa i casi di positività al COVID 19, si determina la saturazione dei posti letto dedicati a pazienti con patologia COVID 19.

Le misure che le due aziende mettono in campo dà la misura della gravità della situazione,
che vanno, dalla sospensione delle attività delle attività di ricovero procrastinabile all’aumento dei posti in terapia intensiva
L’AOSP, dal 8 marzo ha disposto la sospensione delle attività di ricovero procrastinabili,
e sospende pure l’attività di ricovero in regime di libera professione (ALP).
L’AUSL, dal 10 marzo sospende le attività di ricovero programmate procrastinabili
 per tutte le UU.OO
OSP la Terapia intensiva passerà da 23 PL (scenario 3) a 28 PL (scenario 4)
USL H. DELTA, passa da 6 PL di Terapia Intensiva a 8 PL.
La riconversione dei Posti letto esistenti, sopravvissuti ai drastici tagli degli ultimi anni, non è misura sufficiente, i posti letto per acuti devono essere aumentati anche a Ferrara.
I vaccini sono l’unico elemento di novità rispetto all’esordio della pandemia di un anno fa, però il piano vaccini va a rilento, il numero dei vaccinati ferraresi, prima e seconda dose è esiguo, 10-15 mila circa, poche migliaia rispetto ad una popolazione di 352 mila abitanti.

Ed intanto la gente si ammala, corre in pronto soccorso, sempre più in condizioni gravi che richiedono cure intensive.
Sono importanti le misure di contenimento del contagio, ma estremamente importante è curare la malattia a domicilio, servono cure adeguate ed interventi rapidi a domicilio per i pazienti COVID, serve una presa in carico efficiente ed efficace che solo un rapido potenziamento del servizio domiciliare può garantire.
Mancano infermieri, sono queste le figure centrali su cui si deve puntare per ripristinare un Servizio Sanitario Pubblico vero, valido che dia risposte concrete ai cittadini.

Basta chiacchiere, sono ingiustificabili i ritardi accumulati in questi 12 mesi
ed intanto soffrono anche quei cittadini malati, con altre patologie definite PROCRASTINABILI, che aspettano da mesi un posto letto per ricevere una diagnosi ed una terapia adeguata, costretti a migrare altrove in cerca di rispste ai loro mali.
Soffrono gli operatori sanitari, infermieri, OSS, riconvertiti pure loro, insieme ai posti letto, sottoposti a turni massacranti, con ferie e riposi sospesi, stanchi, stremati, malpagati, spremuti come limoni, su cui ricade il peso di un sistema ad avviso di FIALS inefficiente, cinico che ha prodotto tagli e “risparmi” colpendo i più deboli ed indifesi.

La corda è troppo tesa, sta per rompersi.

FIALS chiede risposte ai Sindaci, ai Direttori Generali che si riuniranno oggi in CSST.

Mirella Boschetti
Segretaria Generale Territoriale

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394