Pubblicità

Gli Infermieri Italiani si sono visti aumentare lo stipendio di circa 85 euro lordi l’anno, mentre a Medici e Dirigenti andranno mediamente dai 500 ai 600 euro in più. Polemiche sui social.

Gli Infermieri Italiani sono sempre più avviliti per come vengono trattati dal punto di vista professionale, umano ed economico dalla Politica e dalle Dirigenze. Non si placano le polemiche sui socil e sui mass-media per il ridicolo aumento di 85 euro lordi mensili ai loro stipendi, contro i circa 500-600 euro in più al mese di personale medico e dirigenti.

E’ un vero e proprio insulto agli Infermieri, già vilipesi dall’assenza totale di riconoscimenti professionali, economici e compenziali. Ora arriva l’ennesimo schiaffo, che sembra anche una presa in giro dopo quanto è accaduto e sta accandendo nei reparti e sul territorio relativamente alla guerra contro il Coronavirus. Da una parte vengono definiti eroi e angeli, dall’altra i loro dirigenti e i medici vengono premiati al posto loro.

A quanto si è capito il Governo, con la bozza diffusa dai media del disegno di legge “Bilancio 2021“, ha previsto aumenti medi economici di oltre 300 euro mensili, dal mese di gennaio 2021, per i medici e dirigenti della sanità (aumento del 27 per cento dell’indennità di esclusività, ovvero mediamente di 500-600 euro) e solo 2 euro al giorno per una indennità professionale infermieristica. La motivazione? Solo queste due categorie meritano la valorizzazione per l’impegno profuso in questa Pandemia da Coronavirus. Ridicolo.

Tutti i sindacati stanno protestando, mentre la FNOPI ha provato a metterci una toppa, ma senza troppo riuscirci. Gli Infermieri sono incazzati neri, delusi, vilipesi e stanchi di chi continua ancora una volta a prenderli in giro.

Restiamo nuovamente basiti per questa chiara elemosina di Governo, di tutti i Governi che si sono susseguiti nell’ultimo trentennio.

1 COMMENT

Comments are closed.