histats.com

Caffè uguale alle sigarette per rischio tumori?

Caffè uguale alle sigarette per rischio tumori?

Il caffè è molto apprezzato in tutto il mondo, sembra però che la bevanda in questione, sia stata considerata molto pericolosa da un giudice americano.

L’esponente delle autorità statunitensi afferma infatti che il caffè sarebbe addirittura nocivo al pari delle sigarette smentendo uno studio effettuato, pochi giorni fa, dalla University of Sao Paulo-School of Public Healt che aveva invece rivelato gli effetti benefici che il caffè avrebbe sul cuore. Lo studio brasiliano afferma infatti che il caffè conterrebbe alcune sostanze che in grado di prevenire l’ostruzione del cuore.

Entrando nello specifico, il giudice americano ha stabilito che così come avviene per le sigarette, le società che producono caffè devono riportare nella loro etichetta il rischio cancerogeno che si può scaturire dall’assunzione della bevanda.

Molte società, in questione, sono state accusate dal magistrato di aver violato la legge dello Stato in merito all’obbligo di avvertire i consumatori sulla possibile presenza di prodotti dannosi all’interno degli alimenti. La disposizione dell’autorità non è tuttavia definitiva ma, può ancora essere contestata.

La molecola incriminata è l’acrilamide che viene prodotta durante la torrefazione ed in presenza di alte temperature.

Le industrie del caffè sotto inchiesta, hanno espresso il loro parere sostenendo l’impossibilità ad eliminare tale sostanza all’interno della bevanda senza modificare sostanzialmente il gusto del caffè e che comunque, l’assunzione di tale molecola, non sarebbe deleteria per i consumatori.

Ad effettuare la denuncia è stato Raphael Metzger, un membro del Consiglio per l’educazione e laricerca di sostanze tossiche dello Stato della California, che ha dichiarato di sperare che tale denuncia spinga tutte le aziende produttrici di caffè a diminuire in maniera sostanziale la presenza di acrilamide all’interno della bevanda.

Tempo fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva però sfatato ogni mito riguardo ad un possibile collegamento tra caffè e cancro.

Questo tipo di vicenda non deve dunque creare nessun allarmismo nel nostro paese.

Dott. Giovanni Maria Scupola

Nato a Lecce. Blogger, web-writer, nurse-reporter. Laurea in Infermieristica (Bari, 2004), Laurea Specialistica (Parma, 2008), Master in Management e Coordinamento (Roma, 2011).

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394