Pubblicità

La pancia gonfia, ovvero la cosiddetta distensione addominale, può provocare fastidi spesso severi in chi ne soffre. Ecco come rimediare con il massaggio.

Il gonfiore addominale si verifica quando il tratto gastrointestinale (GI) è pieno di aria o gas. La maggior parte delle persone descrive il gonfiore come una sensazione di pienezza, tensione o gonfiore nell’addome. Come combattere il problema con il massaggio.

Il tuo addome può anche essere gonfio (disteso), duro e doloroso.

Il gonfiore è spesso accompagnato da:

  • dolore;
  • gas eccessivo (flatulenza);
  • rutti o eruttazioni frequenti;
  • brontolio o gorgoglio addominale.

Il gonfiore addominale può interferire con la tua capacità di lavorare e partecipare ad attività sociali o ricreative.

Il problema è comune sia negli adulti che nei bambini.

Perché ti senti gonfio?

Gas e aria.

Il gas è la causa più comune di gonfiore, soprattutto dopo aver mangiato. Il gas si accumula nel tratto digestivo quando il cibo non digerito viene scomposto o quando si ingoia aria. Tutti ingoiano aria quando mangiano o bevono.

Ma alcune persone possono ingoiare più di altre, soprattutto se:

  • mangiano o bevono troppo velocemente;
  • masticano gomma;
  • fumano;
  • indossano protesi mobili.

Eruttazione e flatulenza sono due modi in cui l’aria ingerita lascia il corpo. Lo svuotamento ritardato dello stomaco (trasporto lento di gas) oltre all’accumulo di gas può anche causare gonfiore e distensione addominale.

Cause iatrogene.

Altre cause di gonfiore possono essere dovute a condizioni mediche.

Queste includono:

  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS);
  • malattie infiammatorie intestinali, come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn;
  • altri disturbi gastrointestinali funzionali (FGID);
  • bruciore di stomaco;
  • intolleranza alimentare;
  • aumento di peso;
  • flusso ormonale (soprattutto per le donne);
  • giardiasi (infezione da parassiti intestinali);
  • disturbi alimentari come l’anoressia nervosa o la bulimia nervosa;
  • fattori di salute mentale come stress, ansia, depressione e altro ancora;
  • alcuni farmaci.

Ecco alcune condizioni che contribuiscono alla formazione elevata di gas e al gonfiore:

  • crescita eccessiva o carenza di batteri nel tratto gastrointestinale;
  • accumulo di gas;
  • motilità intestinale alterata;
  • transito di gas alterato;
  • riflessi addominali anormali;
  • ipersensibilità viscerale (sensazione di gonfiore in piccoli o anche normali cambiamenti del corpo);
  • malassorbimento di cibo e carboidrati;
  • stipsi.

Cause gravi.

Il gonfiore addominale può anche essere un sintomo di diverse condizioni gravi, tra cui:

  • accumulo patologico di liquido nella cavità addominale (ascite) a seguito di cancro (ad es. cancro ovarico), malattia del fegato, insufficienza renale o insufficienza cardiaca congestizia;
  • celiachia o intolleranza al glutine;
  • insufficienza pancreatica, che è una digestione;
  • compromessa perché il pancreas non può produrre abbastanza enzimi digestivi;
  • perforazione del tratto gastrointestinale con fuoriuscita di gas, batteri normali del tratto gastrointestinale e altri contenuti nella cavità addominale.

Trattamento.

Cambiamenti nello stile di vita.

In molti casi, i sintomi del gonfiore addominale possono essere ridotti o addirittura prevenuti adottando alcuni semplici cambiamenti nello stile di vita come perdere peso, se sei in sovrappeso.

Per ridurre l’ingestione di troppa aria, puoi:

  • evitare le gomme da masticare. La gomma da masticare può farti inghiottire aria in eccesso, che a sua volta può causare gonfiore;
  • limitare l’assunzione di bevande gassate;
  • evitare i cibi che provocano gas, come le verdure della famiglia dei cavoli, i fagioli secchi e le lenticchie;
  • mangiare lentamente ed evita di bere con una cannuccia.
    Usa latticini senza lattosio (se sei intollerante al lattosio).

I probiotici possono anche aiutare a ripopolare i batteri intestinali sani. La ricerca è divisa sull’efficacia di questi ultimi.

Una revisione ha rilevato che i probiotici hanno un effetto moderato, con un accordo del 70% sul suo effetto sul sollievo dal gonfiore.

Puoi trovare probiotici nel kefir e nello yogurt greco.

Massaggi.

I massaggi addominali possono anche aiutare a ridurre il gonfiore addominale.

Uno studio ha esaminato 80 persone con ascite e ha assegnato loro massaggi addominali di 15 minuti due volte al giorno per tre giorni.

I risultati hanno mostrato che i massaggi migliorano la depressione, l’ansia, il benessere e la percezione dei sintomi di gonfiore addominale.

Farmaci.

Parlate con il vostro medico se i cambiamenti nello stile di vita e gli interventi dietetici non alleviano il gonfiore addominale. Se il tuo medico trova una causa medica per il tuo gonfiore, può raccomandare trattamenti medici. I trattamenti possono richiedere antibiotici, antispastici o antidepressivi, ma dipende anche dalle tue condizioni.

Sarebbe opportuno rivolgersi al medico nei seguenti casi.

Vi consigliamo di consultare il vostro medico se il gonfiore è accompagnato da uno dei seguenti:

  • dolore addominale grave o prolungato;
  • sangue nelle feci o feci scure e dall’aspetto catramoso (melena);
  • febbri alte;
  • diarrea;
  • peggioramento del bruciore di stomaco;
  • vomito;
  • perdita di peso inspiegabile.

Leggi anche:

Pancia Gonfia o Gonfiore Addominale: che cos’è, cosa provoca questo disturbo e come si rimedia.

2 COMMENTS

Comments are closed.