histats.com

Mammomobile: in Puglia lo Screening di Prossimità raggiunge le donne in piazza.

Mammomobile: in Puglia lo Screening di Prossimità raggiunge le donne in piazza.

? Leggi ? Parte Mammomobile in Puglia: quando lo Screening di Prossimità raggiunge direttamente le donne in piazza.

Al via il progetto Mammomobile. Sarà Celle di San Vito, il comune più piccolo non solo della provincia di Foggia, ma dell’intera Puglia, la prima tappa per gli Screening di Prossimità.

Lo ha annunciato il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla nel corso di una conferenza stampa a cui hanno presenziato anche Giovanni Iannucci, neoresponsabile del Centro per gli Screening Oncologici aziendale, Alessandro Scelzi, direttore della Struttura di Radiodiagnostica di Cerignola, Michele Panunzio, direttore del SIAN (Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) e Massimo Lombardi, oncologo del C.Or.O. (Centro per l’Orientamento Oncologico) della ASL Foggia.

“Il Progetto Mammomobile – ha spiegato Piazzolla – rientra tra gli interventi di riorganizzazione e potenziamento dei servizi territoriali promossi dalla ASL per aumentare l’adesione agli screening. Il camper, dotato di mammografo, girerà tra i comuni della provincia di Foggia più lontani dai centri per lo screening dove le donne residenti (di età compresa tra 50 e 69 anni), saranno sottoposte a screening mammografico”.

A Celle di San Vito, potranno effettuare lo screening anche le donne residenti nei comuni di Faeto e Castelluccio Valmaggiore che hanno ricevuto l’invito della ASL.

Una scelta simbolica, quella di Celle, che testimonia la volontà della Direzione Generale di portare l’assistenza sanitaria in tutto il territorio aziendale, a partire dai comuni più piccoli, svantaggiati non solo per le naturali caratteristiche orogeografiche, ma anche a causa delle ataviche problematiche infrastrutturali che rallentano i collegamenti con i centri maggiori.

Dal 2 al 7 settembre sarà a Vieste.

Le donne della provincia di Foggia che rientrano nel programma di Screening sono circa 43.000.
La segreteria del Centro invia ogni mese 1.500 inviti per lo screening mammario e 4.000 per lo screening della cervice uterina.

È, questo, in pratica, il Modello della rete oncologica della ASL Foggia, a prevalenza territoriale, mutuato dall’insieme dei programmi e dei progetti sviluppati, anche in fase sperimentale, dalla ASL e in linea con la regolamentazione regionale.

Un modello che si avvale anche della collaborazione delle associazioni come Cittadinanzattiva, con la quale la ASL ha stipulato un protocollo d’intesa proprio per sensibilizzare la popolazione ai programmi di screening.

Dott. Giovanni Maria Scupola

Nato a Lecce. Blogger, web-writer, nurse-reporter. Laurea in Infermieristica (Bari, 2004), Laurea Specialistica (Parma, 2008), Master in Management e Coordinamento (Roma, 2011).

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394