histats.com

Infermieri e Professionisti Sanitari: dormite poco? Morirete prima!

Infermieri e Professionisti Sanitari: dormite poco? Morirete prima!
Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari: siete o non siete dei gufi notturni?

Sonno disturbato e aspettativa di vita

Infermieri, oss, professionisti sanitari ma anche medici e volontari . Coloro che tendono ad andare a letto tardi la sera e a svegliarsi tardi la mattina, i cosiddetti “gufi”, hanno un rischio maggiore di morire prima delle “allodole”, cioè delle persone che hanno una naturale preferenza ad andare a dormire presto ed alzarsi prima. Accade anche tra gli Infermieri, gli Infermieri Pediatrici e i Professionisti e Tecnici Sanitari

Lo ha scoperto un recente studio della Northwestern Medicine e dell’Università del Surrey (Regno Unito), pubblicato sulla rivista Chronobiology International.

Lo studio, che ha preso in esame i dati di quasi mezzo milione di britannici, ha rilevato che i gufi hanno il 10% di rischio in più di morire rispetto alle allodole. 

In pratica, 50mila persone del campione analizzato avevano più probabilità di morire in un periodo di tempo analizzato dagli studiosi, di circa 6 anni e mezzo.

“I nottambuli che cercano di vivere in un mondo di allodole possono avere conseguenze sulla salute del loro corpo”, ha sentenziato Kristen Knutson, professore associato di Neurologia alla Northwestern University Feinberg School of Medicine e una delle autrici dello studio. 

Precedenti studi su questo argomento si sono concentrati sui più alti tassi di disfunzione metabolica e malattie cardiovascolari tra i gufi ma, questo è il primo a considerare il rischio di mortalità. 

I nottambuli hanno maggiore probabilità di sviluppare:

  1. il diabete (30%);
  2. disturbi neurologici (25%);
  3. disturbi gastrointestinali (23%);
  4. disturbi respiratori (22%). 

“Questo è un problema di salute pubblica che non può più essere ignorato”, ha detto Malcolm von Schantz, professore di cronobiologia all’Università del Surrey.

“Dovremmo discutere di consentire ai tipi serali di iniziare e finire di lavorare più tardi se possibile e, abbiamo bisogno di più ricerche su come possiamo aiutare i tipi serali a far fronte allo sforzo maggiore di mantenere il loro orologio biologico in sincronia con il tempo solare”, ha aggiunto.

Gli studiosi hanno inoltre messo in guardia sul passaggio all’ora legale spesso difficile da gestire. 

In ogni caso, anche se andare a dormire tardi ha in parte a che fare con la genetica, ci sono alcune regole che anche i nottambuli potrebbero mettere in atto per addormentarsi prima.

Innanzitutto, non mettersi mai davanti a uno schermo prima di andare a dormire, perché la luce che emana blocca la secrezione di melatonina, l’ormone del sonno.

Bisogna poi evitare di fare sport troppo tardi la sera nonché, di esporsi troppo alla luce, naturale o artificiale che sia, durante la giornata.

Avatar

Dott. Giovanni Maria Scupola

Nato a Lecce. Blogger, web-writer, nurse-reporter. Laurea in Infermieristica (Bari, 2004), Laurea Specialistica (Parma, 2008), Master in Management e Coordinamento (Roma, 2011).

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394